L'alchimista

L'alchimista
Autore: 
Traduzione di: 
Editore: 
Articolo di: 

Un sogno ricorrente in cui un bambino lo invita a partire e a raggiungere le piramidi egizie custodi di un prezioso tesoro spinge Santiago, un giovane pastore andaluso, a vendere le sue pecore e ad intraprendere un periglioso viaggio. A cambiare la sua vita è l’incontro con il re Melchisedec, presentatosi a lui sotto le spoglie di un vecchio saggio, che consegna nelle sue mani due pietre che gli saranno consigliere durante il cammino: Tumim, la pietra del no, e Urim la pietra del sì. Giunto a Tangeri viene derubato di tutti i suoi averi, ma Santiago non si scoraggia e lì resta lavorando duramente per un anno intero per un mercante di cristalli, fino a quando - racimolate nuove ricchezze - può proseguire l’itinerario. Si unisce così a una carovana diretta verso l'Egitto, legandosi in maniera profonda con un uomo inglese che, spesa la sua vita a studiare le scienze alchemiche, spera di imbattersi nel saggio alchimista nell'oasi di El-Faiyûm. Santiago scopre in quel luogo magico l’amore per Fatima, la donna della sua vita, ma che tra mille tormenti deve abbandonare per proseguire nella sua missione, promettendole un presto ritorno. Altre avventure e peripezie attendono Santiago: la cattura da parte dei predoni ed una ennesima conoscenza che gli insegnerà il senso della vita…..

L'idea che dà vita a L’alchimista di Coelho trae origine e ispirazione dal brevissimo racconto di Jorge Luis Borges Storia di due che sognarono, a sua volta adattamento della 351a notte de Le Mille e una notte. Un romanzo che è un viaggio di iniziazione attraverso una serie di prove che simboleggiano i gradini della scala sapienziale, volto alla conoscenza di se stessi e della propria anima. Non è un caso che il cammino di Santiago passi proprio dallo stretto di Gibilterra che nella letteratura classica rappresentava il limite della conoscenza, il confine nec plus ultra oltre i quali era vietato il passaggio a tutti i mortali, e che si dilati attraverso le sabbie e le ampie dune del deserto, materia plasmabile sulla quale poter lasciare le proprie impronte ma dove allo stesso tempo tutto è mutabile con un semplice colpo di vento. Con la stessa voglia di essere modellato dalla saggezza e dalla conoscenza, Santiago procede nelle tappe della vita alla scoperta dell’Anima del Mondo, fino ad entrarne in perfetta corrispondenza, imparando a leggerne i segnali, a parlare al sole e al vento, a comprenderne i segreti visibili alle anime ‘elette’ e pure. A lui, quasi predestinato, viene data l’occasione di apprendere il Linguaggio Universale che va oltre le semplici parole e che si genera e alimenta attraverso l’esperienza, i talenti – la fiducia, il coraggio, la generosità d’animo, la limpidezza del cuore – prima tappa per la realizzazione della ‘sua’ Leggenda Personale. Coelho, a discapito del titolo, oltrepassa la ricerca della Pietra Filosofale, e regala al suo personaggio – al giovane Santiago che aveva sempre vissuto a contatto con la natura e l’essenza della bellezza e della purezza – l’opportunità di essere il detentore del senso della vita e dell’Amore come il bene più prezioso e che dà ragione d’essere ai pensieri, alle azioni, alle battaglie, alle ricerche personali, alle andate e ritorni, alle sconfitte e alle conquiste. Ascoltando il cuore, e rispondendo alle sue leggi, facendosi condurre in un precorso interiore, Santiago riscopre una saggezza che non pare essere più di questo tempo e con il suo respiro in cui aleggia l’afflato della sapiente conoscenza, alimenta l'anima del mondo che aspetta di essere custodita e accresciuta dal respiro di ogni uomo.



 

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER