Le ali della vita

Le ali della vita

Letty sta guidando immersa in una folta nebbia. Ignora le uscite e prosegue diretta verso il confine con il Messico, terra d’origine dei suoi genitori. A quest’ora Luna, sua figlia minore, sta dormendo nel lettone; sotto la finestra dall’altra parte della stanza Alex, suo figlio adolescente, probabilmente sta facendo la stessa cosa. Letty non è potuta rimanere indifferente alla decisione di sua madre di tornare in Messico per cercare il marito di cui non si hanno più notizie, ma la verità è che lei senza sua madre è convinta di non essere in grado di fare niente. Ai ragazzi ha lasciato un biglietto, non è riuscita a telefonare all’amica di sempre, Sara, forse lo farà domani, ma è certa che Alex riuscirà a cavarsela anche da solo. Ha quindici anni ma è stato costretto a diventare grande in fretta senza un padre, tirato su dai nonni, con una madre giovanissima con problemi di alcool e inadatta a qualsiasi cosa. Solo quando, dopo un viaggio interminabile, Letty si rende conto che suo padre non ha nessuna intenzione di ritornare negli Stati Uniti e che sua madre ha deciso di rimanere accanto a lui, capisce di non avere più scelta e con tutte le sue paure dovrà tornare a casa e affrontare per la prima volta la sua vita…

Un romanzo intenso e bellissimo questa seconda prova di scrittura per Vanessa Diffenbaugh, che con il suo esordio Il linguaggio segreto dei fiori ha raggiunto il successo e la traduzione in più di quaranta lingue. Torna sugli scaffali dopo tre anni e la consapevolezza che solo con un lavoro di squadra è possibile dare alle stampe un romanzo e una storia carichi delle aspettative di un pubblico che l’ha premiata, portandola in brevissimo tempo in cima alle classifiche mondiali. Tanti sono infatti i nomi che si leggono nei ringraziamenti e l’idea che l’editoria americana sia profondamente differente dalla nostra è molto più che un sospetto. Una storia questa che parla di coraggio, sogni, e obiettivi a cui tendere, di risultati a lungo e breve termine che si raggiungono unicamente con l’impegno, la perseveranza, lo studio e - perché no - la fortuna.



Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER