Le battaglie nel deserto

Le battaglie nel deserto
“Perché volete affibbiare etichette a tutto?Perché non volete rendervi conto che uno semplicemente dsi innamorai qualcuno? Voi non vi siete mai innamorati di nessuno?” Carlos si è innamorato. Niente di male, succede e anche più di una volta nella vita. Peccato che sia poco più di un bimbo e l'oggetto del desiderio sia la bellissima Mariana, donna ambita da molti e discussa da molti per I costumi considerati ‘facili’ o comunque moralmente deprecabili, una donna che potrebbe essergli madre. E peraltro mamma lo è, e proprio del suo migliore amico, Jim. Da bimbo sveglio Carlos capisce che la sua è una pazzia, che così facendo tradisce la fiducia accordatagli dal suo compagno di scuola, ricco e certo generoso nei suoi confronti. Ma i sentimenti sono pazzi e la pazzia, se volete, è il nerbo dell'età di Carlos. E allora, che la famiglia inorridisca. Che la gente chiacchieri. Che il mondo faccia il mondo. Carlos ha deciso e nulla potrà fermarlo, costi quel che costi. Un giorno con una bugia esce di classe e si precipita a casa della sua passione. E nulla potrà rimanere uguale. Intorno un intero mondo in fermento. Siamo in Messico, nel  secondo dopoguerra. Molti cambiamenti stanno travolgendo la società messicana, tradizionalmente conservatrice. Anche la famiglia di Carlos risente dell'avanzata di una nuova economia. Anche se la democrazia stenta a decollare ed i mali atavici di questo paese tanto bello quanto povero non possono essere sconfitti dalla Coca-Cola e dall'avvento degli elettrodomestici…
Un racconto veloce, esile e fulmineo. Lieve, certo, ma nel quale le suggestioni e le sensazioni sono talmente corpose da renderlo denso e compatto come un vero romanzo di formazione. Un testo che con pochi sapidi e sapienti tocchi non solo dipinge una storia d'amore ovviamente impossibile, ma dà conto di un'epoca e di una società come un reportage giornalistico, eppure con una intensità e profondità nettamente letterarie. Interessante davvero dunque questo José Emilio Pacheco, traduttore, saggista e soprattutto poeta oltre che narratore, messicano del 1939. Autore molto noto ed apprezzato in ambito di letteratura ispano-americana, ma da noi quasi sconosciuto, con un solo altro titolo tradotto oltre a questo.

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER