Le Cronache del ghiaccio e del fuoco – L’ombra della profezia

Le Cronache del ghiaccio e del fuoco – L’ombra della profezia

Dopo la morte di Joffrey, Margaery Tyrell ha messo le sue grinfie su Tommen – il nuovo re – troppo ingenuo per capire i giochi di potere e così sciocco da non accorgersi di essere una pedina nelle mani della scaltra moglie. Cersei non intende mollare proprio adesso. Ha “recitato tutti i ruoli: la figlia devota, la promessa sposa ritrosa, la moglie arrendevole”. Ha sopportato “i palpeggiamenti da ubriaco di Robert, la gelosia di Jaimie, gli scherni di Renly”. Adesso è giunto finalmente il suo turno e non sarà certamente quell’oca di Margaery ad intralciare i suoi piani. Ordirà abilmente intrighi e trappole che tuttavia le si ritorceranno contro. Nel frattempo a Padelle Salate Brienne, il suo fido scudiero Podrik e Hyle Hunt, vengono fatti prigionieri dalla Fratellanza senza Vessilli, comandata dall’inquietante Lady Stoneheart che promette salva la vita di Brienne se accetterà di uccidere lo Sterminatore di Re...

L’inganno la fa da padrone anche in questo episodio delle Cronache del ghiaccio e del fuoco: le menzogne e i tradimenti rendono il gioco molto più difficile per tutti. Ci si chiede come Martin riesca abilmente a trarre le fila di tutti i suoi personaggi, con una perfezione anche nei più piccoli dettagli davvero impressionante. E forse proprio la mole di attori – protagonisti e non – ha spinto Martin a dividere in due parti quello che doveva essere un unico corpo con il volume successivo. Qui l’intera narrazione è concentrata sulle vicende di Approdo del Re, sulle ossessioni di Cersei, sulle disillusioni di Jaimie – sempre meno eroe e sempre più uomo – sull’onore di Brienne, splendida figura femminile che metterà a repentaglio la sua stessa vita pur di non venir meno a un giuramento. Nonostante le centinaia di pagine che ci separano da Il trono di spade, la storia narrata da Martin continua a tenerci sulle spine, forse grazie anche alla recente trasposizione televisiva della HBO – la cui quarta stagione si è appena conclusa – che ha il pregio non comune di essere molto fedele all’originale e che ha impresso nelle menti di ognuno di noi, in maniera quasi indelebile, i volti dei nostri beniamini.



0

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER