Less

Less
Traduzione di: 
Genere: 
Articolo di: 

Arthur Less è uno scrittore sulla soglia dei cinquant’anni. Alle spalle ha pochi successi letterari, romanzi di scarsa notorietà che faticano tra gli scaffali delle librerie. E il futuro sembra pure più grigio. Il suo nuovo libro, il cui manoscritto giace da mesi nel cassetto dell’editore, forse non andrà mai in pubblicazione. Ha una carriera incerta e traballante, ironico, sadico riflesso di una vita sentimentale altrettanto travagliata. Di amanti ne ha avuti parecchi, Arthur. Più e meno giovani di lui. Più e meno famosi di lui. Più e meno americani di lui. Storie di una notte e storie di una vita. Storie diverse, accomunate da una fine agrodolce che ha un che d’incompiuto. Un senso d’irrisolto che lo macera pezzo per pezzo. Epiloghi che si tramutano in puntuali rese dei conti, naufragi che lo obbligano e rimettersi in discussione. Ed eccolo, il suo ultimo naufragio. La sua nuova resa dei conti: l’invito al matrimonio dell’uomo con cui è stato fidanzato per nove anni. Con cui ha vissuto la storia d’amore più bruciante e passionale della sua vita. È un invito che non può accettare, ma non può neanche declinare come se niente fosse. Il problema è grosso, la soluzione urgente. E per sua fortuna la trova davanti a sé, appena sotto l’invito al matrimonio: ammonticchiate da mesi, gli inviti a festival, seminari e premiazioni letterarie. Arthur li accetterà tutti, pianificando un viaggio che lo porterà in Messico, Francia, Italia, Germania, Marocco, India e Giappone. Uno scapestrato giro del mondo in cui conoscerà persone diversissime tra loro che gli regaleranno emozioni nuove, dandogli prospettive inedite, alla scoperta di sé stesso…

Cosa rende eccezionale un libro? Qual è la preziosa, rara qualità che lo consegna alla storia della letteratura mondiale, che lo ammette alla memoria immortale di cui godono pochissime opere? È una domanda complessa, e probabilmente esistono tante risposte quanti sono i romanzieri e i poeti che nelle librerie sono destinati a rimanere in eterno. Quel che è certo è che Less questa misteriosa qualità, preziosa e rara, ce l’ha. Andrew Sean Greer ha composto un capolavoro, una perla. Icona del movimento LGTB americano, già conosciuto per alcuni romanzi, questo scrittore si è messo a nudo senza scrupoli, narratore d’effetto, vero e ironico. Con uno stile leggero, fluido e accattivante, ha raccontato una storia magnetica, ricca e colorata, drammatica e dissacrante. L’immedesimazione nei suoi personaggi è inevitabile, l’attaccamento alla narrazione, che scorre a ritmo sostenuto senza mai saltare un battito, tiene incollati alle pagine. Arthur Less è il Don Chisciotte del ventunesimo secolo. Un personaggio che vive, ride e piange con noi, che arde delle colpe e delle paure con cui tutti noi ogni giorno dobbiamo fare i conti. Letto questo libro vorremmo quasi avere il romanziere per amico, fargli domande, chiacchierarci e ringraziarlo. Ringraziarlo d’aver (de)scritto, con poche pennellate semplici ed efficaci, quell’esperienza capitale che è la vita quotidiana. Grazie, Mr. Greer! E grazie, Mr. Less!



0
 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER