Mediterraneo

Mediterraneo
Da sempre il Mediterraneo è stato area d’incontro e scontro di civiltà. Qui hanno convissuto per secoli, con vicende alterne, cristiani, musulmani, ebrei. Se sulla riva Nord, impregnata di spirito di crociata, la tolleranza è stata poco attrattiva, sulla riva Sud sono state sperimentate forme di coabitazione tra i credenti delle tre confessioni monoteistiche. Nel mondo arabo era sufficiente pagare un tributo per poter professare la propria fede, anche se ciò non significava una pari uguaglianza giuridica con i maomettani. Questa integrazione, per quanto fragile, dura fino all’800 quando lo sviluppo dei nazionalismi la mina in modo ineluttabile. Episodi come la guerra d’indipendenza greca, i massacri damasceni di cristiani nel 1860 e soprattutto il genocidio armeno all’inizio del ‘900 sono chiari segnali di una deriva integralista…
L’immagine fuorviante del “musulmano assetato di sangue cristiano” ha influenzato costantemente il pensiero occidentale e ancora oggi è alquanto diffusa, specie dopo l’attacco alle Torri Gemelle del 2001. Andrea Riccardi cerca di scardinare questo luogo comune, sottolineando che c’è bisogno di una visione umanistica nuova su entrambe le rive del Mediterraneo. Non è che non riconosca la conflittualità tra islam e cristianità, né mette in secondo piano i massacri perpetrati in nome della Mezzaluna (basta leggere il corposo capitolo sulla deportazione armena), ricorda però come la riva Sud sia stata un laboratorio di tolleranza e convivenza. Non a caso insiste nella descrizione del millet, l’autonomia relativa delle comunità cristiano-ortodosse e dei loro patriarchi nell’impero ottomano, come esempio di fattiva accettazione dell’alterità. Con rammarico Riccardi prende atto di come i nazionalismi abbiano distrutto quel senso di comunanza che faticosamente era stato elaborato e acquisito. Mediterraneo è un saggio ben articolato, ricco di informazioni, chiaro nella scrittura, più che mai attuale nell’era delle migrazioni da Sud a Nord.

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER