Mezzanotte

Mezzanotte
Autore: 
Traduzione di: 
Genere: 
Editore: 
Articolo di: 
Blanche, non bella e non più giovanissima, si uccide per una delusione d’amore, incurante di quello che sarà il futuro di sua figlia Elisabeth, di soli 10 anni. La bambina è uno scomodo fardello per le zie della madre: Marie, una zitella tirchia e arida, Clémentine, di buon cuore ma a malapena in grado di gestire se stessa e Rose, imprigionata nel ricordo di figli e marito defunti. Affidata alle cure di quest’ultima, Elizabeth fugge subito, terrorizzata dallo sgabuzzino in cui è stata sistemata. Provvidenziale è l’incontro con Lerat, un contabile che l’accoglie nella sua casa e la fa crescere accanto alle sue figlie. In quella dimora Elizabeth riceve vitto, alloggio, un’educazione, studia pianoforte ma nonostante tutto non è un vero e proprio membro della famiglia. La sua bellezza è oggetto di invidia da parte delle figlie di Lerat, tutt’altro che graziose. All’età di 16 anni, dopo l’improvvisa morte del benefattore, anche per intervento della zia Marie, Elisabeth si trova catapultata nello strano mondo di Fontfroide, un’ex abbazia abitata da bizzarri personaggi, tutti legati in qualche modo (per odio, amore, rispetto o soggezione) all’enigmatico proprietario, il signor Edme, che Eliabeth scoprirà essere proprio l’uomo per il quale si è uccisa sua madre. Una rivelazione che finirà per rivoluzionare l’universo della giovane...
Mezzanotte, scritto nel 1936, è una delle opere più note dell’autore franco-americano Julien Green, le cui tematiche sono spesso condizionate dalla lotta fra il bene e il male, la passione e la ragione. Strutturato in tre parti, ognuna delle quali corrispondente a una fase della vita di Elisabeth, quello che per oltre due terzi sembra essere il classico romanzo ottocentesco di eventi miserie e turbamenti della giovane protagonista, si trasforma poi in un racconto visionario, di vaga ispirazione gotica, surreale, prolisso di dettagli ai quali si riesce a stento a dare un senso…fino ad una spiegazione finale davvero ben poco esaustiva. Azzeccatissima però la decisione di lasciare la traduzione originale.

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER