Musica e visual media

Musica e visual media

La realizzazione di una colonna sonora passa attraverso una serie di lavorazioni e adattamenti con regole piuttosto rigorose e codificatesi nel tempo. Può sembrare strano, ma in materia di pianificazione il cinema è a volte quanto di più simile a un’organizzazione militare. L’intuizione e l’ideazione estemporanea di una soluzione musicale fanno naturalmente parte del processo creativo, ma all’interno di un contesto produttivo e organizzativo che prevede scelte artistiche mirate e definite, una tempistica rigida e degli standard tecnici ben precisi. Per esempio la prima e fondamentale variabile che determina l’indirizzo artistico e operativo per la realizzazione di un film e nella fattispecie specifica di una colonna sonora sono i soldi. Ovverosia il budget stanziato dalla produzione: da questo fondo vanno preventivati i costi del compositore, dei musicisti, del personale artistico, tecnico e organizzativo, dello studio di registrazione e delle licenze di sincronizzazione per le musiche di repertorio. Le grandi produzioni, come quelle americane, non hanno generalmente restrizioni finanziarie: i capitali sono quindi tali da consentire un preciso orientamento artistico come potrebbe essere, per esempio, la composizione di una partitura musicale che preveda un’orchestra sinfonica o i diritti di sincronizzazione di un buon numero di canzoni di successo…

La storia dell’ascolto musicale, la funzione della musica per immagini, il ruolo del commento sonoro, la distinzione tra musica diegetica (quella che i personaggi sentono nel film) ed extradiegetica (quella che sentono solo gli spettatori), il significato della musica per immagini, il ruolo della tecnologia, il web semantico, ossia un ambiente dove i documenti pubblicati sono associati a informazioni e dati che ne specificano il contesto, e le libraries musicali, la classificazione di un brano per genere, mood, epoca, stagione, tipologia ambientale, tecnica o di produzione, la descrizione delle figure professionali dell’audio-visivo, gli ideatori della colonna sonora, la troupe artistica, l’équipe tecnica e quella dell’area gestionale, le difficoltà pratiche, le fasi del pre-, della post- e, in mezzo fra le due, della produzione, tutte le problematiche relative alla SIAE e al diritto d’autore… Questi e molti altri sono gli argomenti del libro di Marco Testoni, pluripremiato compositore, music supervisor, consulente musicale nel settore della musica per cinema, fiction e pubblicità, una lettura piacevole, piena di curiosità ed esempi, un saggio chiaro e lineare, approfondito, agile, divulgativo e istruttivo che propone anche esercizi per chi studia l’argomento.



Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER