Nemesis Games – L’esodo

Nemesis Games – L’esodo

I cantieri spaziali gemelli di Callisto sorgono vicini, nell’emisfero rivolto lontano da Giove. La notte è rischiarata dalla luce della Via Lattea, luminosa spirale argentea che brilla nel cielo nero. Ci sono due cantieri, uno civile e l’altro militare, rispettivamente uno terrestre e uno marziano: qui si costruiscono e si riparano le navi sulle quali l’umanità si spingerà oltre gli anelli, oltre mille mondi da scoprire. Diverso tempo dopo l’attacco su Callisto, James Holden sta fluttuando accanto alla sua nave, mentre un mech da demolizione ne taglia lo scafo. Sono ormai trascorsi tre anni da quando Holden e il suo equipaggio si erano imbarcati per Ilius. Il paesaggio si stende in lunghe curve gentili, coi colli che digradano dolcemente. Dopo aver portato a termine la delicata missione, conducono la nave alla Stazione di Tycho per delle riparazioni urgenti che dureranno. È solo l’inizio della diaspora per l’equipaggio della “Rocinante”: Holden si reca su Marte per rivedere i suoi familiari, ma la ex moglie Talissa si mostra fredda e distaccata; Amos Burton torna sulla Terra, ma vi resta bloccato quando una frangia estrema della Outer Planets Alliance attua un’azione di guerriglia facendo piovere dei sassi; Naomi Nagata lascia improvvisamente la base Tycho per andare in soccorso di suo figlio. James Holden quindi si ritrova improvvisamente da solo, ma per poco: dopo alcuni giorni viene cercato dalla giornalista Monica Stuart. La donna gli fa visionare un video in cui si vede una astronave che si avvicina a un portale, vi entra e scompare. Secondo la giornalista il mezzo è scomparso come molti altri senza lasciare tracce per l’azione di una protomolecola aliena. Holden era convinto di averla distrutta completamente, ma a quanto pare un modesto campione è ancora nelle mani di Fred Johnson, il carismatico e temibile leader dell’APE, l’Alleanza dei Pianeti Esterni…

Nemesis Games - L’esodo è il quinto volume della serie Expanse, pubblicata in Italia dalla casa editrice Fanucci e opera di Daniel James Abraham e Ty Franck, attivi con lo pseudonimo James S. A. Corey. Le vicende dell’equipaggio della “Rocinante” non perdono sicuramente mordente, anzi grazie alla grande abilità dei due autori c’è una grande accelerata dal punto di vista dell’azione. Le possibilità della trama sembrano essere senza confini, e qui anziché insistere sul tema dei viaggi interstellari e dei conflitti fra le varie fazioni si punta decisamente su altro: l’equipaggio viene smembrato, i personaggi sono sparsi qua e là nell’universo e agiscono in maniera indipendente, tornando a interfacciarsi con le loro vite. Quello che per il momento era stato il protagonista assoluto, il capitano James Holden, si defila almeno in parte mentre gli altri personaggi prendono piede in maniera importante, aprendo sottotrame potenzialmente interessanti in vista dei successivi episodi della saga. La scrittura si conferma di ottima qualità e forse segna anche un’ulteriore maturazione, e questo per i fan non può che essere un dettaglio piacevole, sia per chi ama leggere i “mallopponi” fantascientifici di Corey sia per chi è appassionato della serie televisiva The Expanse, tratta dai libri.



 

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER