Nessun limite oltre il cielo

Genere: 
Editore: 
Articolo di: 

Lambrate. Un ragazzo cammina veloce per le strade tormentate dalla tramontana. Una troupe improvvisata lo segue da vicino e lo riprende mentre sale all’ultimo piano di un palazzo. Il tetto è una grande terrazza illuminata dai lampi del temporale che si sta avvicinando. Dopo un momento di esitazione e una boccata di sigaretta, il ragazzo corre verso la ringhiera e poi spicca un balzo nel vuoto. Il suo volo finisce miracolosamente sul bordo del palazzo accanto, al quale si aggrappa evitando di cadere nel vuoto. Tutta la scena viene vista e commentata in diretta dagli utenti di un misterioso sito internet. Qualche giorno dopo, davanti all’ospedale Maggiore viene rinvenuto il cadavere di una giovane ragazza. È Giada, la figlia del giudice Tiziano Blasi. Tocca al commissario Fosco comunicare la tragedia a un uomo che, in passato, ha già perso la moglie e che da tempo non riusciva più a comunicare con una figlia ribelle. Il commissario Fosco, seguendo le poche tracce a disposizione, inizia le indagini mentre il giudice Blasi, dopo aver scoperto strani link sul computer di Giada, di nascosto dalla polizia si immerge nel deep web, il mondo sotterraneo della rete e non accessibile con i normali motori di ricerca, creandosi un finto profilo con l’identità di un giovane morto anni prima. Il mondo che si spalanca per lui è popolato da sfide alle quali sottoporsi, rischiando la propria vita o togliendola a degli sconosciuti, organizzate da un Creatore misterioso e inafferrabile. Milano diventa lo scenario dark dove chiunque potenzialmente potrebbe ucciderti o essere ucciso per una sfida che mette in palio del denaro, premio che a molti fa gola…

Il quarto e ultimo titolo della collana antologica Wildword della casa editrice Transeuropa si ispira ai controversi e drammatici fatti di cronaca legati alla cosiddetta Blue Whale Challenge o Balena blu, che tempo fa fecero scalpore per la morte di alcuni giovani, coinvolti in questo gioco pericoloso e dalle regole mortali. Rispettando l’idea cardine di raccontare alcuni eventi particolari, fatti di cronaca del nostro mondo osservati attraverso gli occhi di altrettanti “registi”, scelti durante un viaggio in camper, il progetto, da un’idea dello scrittore e talent scout Giulio Milani e realizzato grazie anche a una campagna di crowdfunding, con questo ultimo capitolo ci ricorda un fenomeno del quale non si sono mai compresi bene i confini. Luca Cherubino, avvocato, dopo una prima esperienza editoriale di self publishing, affida la narrazione a due protagonisti principali simili tra loro, uomini delusi dalla vita, che faticano a trovare una collocazione, ma che alla fine, pur con il medesimo scopo, prendono direzioni diverse. Il commissario Fosco ha alcuni scheletri nell’armadio, Tiziano Blasi un giogo invisibile che lo schiaccia a terra. Attorno a loro, si muovono i personaggi della rete sotterranea, spregiudicati, ingenui, approfittatori. Il risultato è un collage dalle tinte scure, inquietanti che ci mostra un pericolo nascosto dietro una porta di cui abbiamo solo sentito parlare. Il tema è di certo attuale e delicato e il romanzo, costruito in capitoli brevi dai titoli efficaci, scivola sostanzialmente bene, inciampando però soprattutto sui dialoghi, spesso deboli e che sono il vero punto debole di molte scritture. Il progetto di Transeuropa è in ogni caso da elogiare, per la volontà e il modo in cui la casa editrice intende scoprire talenti e voci nuove, cercando sul territorio trame, penne e calamai che abbiano qualcosa di importante da dire.

 


 

0

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER