No, grazie

No, grazie

Il provino televisivo di Piera ha successo: Glenda, intraprendente e potentissima produttrice di un nuovo programma femminile, la sceglie come protagonista. Peccato che Piera volesse solo ottenere un lavoro come claque: cinquanta euro al giorno per applaudire. Un po’ di soldi senza apparire in video: “È meglio battere le mani, sedute in mezzo alle altre, tutte le volte che si accende la luce rossa. E smettere quando la luce si spegne. E poi andarsene, senza che nessuno sappia come ti chiami”. Con i soldi Piera potrebbe comprare un motorino di seconda mano e fare riparare lo stereo di Daniele, il suo ragazzo: il ruolo da protagonista però non le va proprio, quindi rifiuta. Per Glenda il rifiuto di Piera non è accettabile: la ragazza sarebbe perfetta per il suo programma, non sceglierà un’altra candidata! Riesce ad avvicinare Piera e a conoscerla meglio: scopre che Daniele è inconsapevolmente responsabile della riluttanza della ragazza ad accettare di partecipare al programma. Così decide di incontrarlo, e gli fa una proposta interessante…

Un finale prevedibile per il racconto di una resa: la caparbietà di Piera, il suo genuino rifiuto della notorietà e del vuoto di valori che immagina in televisione, vengono abilmente scardinati dall’esperienza di Glenda, che non può rinunciare alla protagonista del suo programma e ricorre a ogni mezzo per convincerla ad accettare. È anche un racconto di delusione: Daniele, idealizzato e forse un po’ sofferto da Piera per le sue idee politiche, per il rifiuto di ogni compromesso, per l’apparente distanza dal mondo falso della televisione, diventa in realtà il punto debole, il cavallo di Troia che convincerà Piera a diventare una protagonista televisiva. Il rapporto tra Glenda e Piera, anche se solo tratteggiato, è probabilmente l’aspetto più interessante della storia: le due donne possono in fondo comprendersi, e colmare la distanza anagrafica, culturale e sociale in nome del rifiuto della banalità. Della ricerca di un po’ di genuina stranezza.



0

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER