Noi che non siamo come le altre

Noi che non siamo come le altre
Traduzione di: 
Genere: 
Editore: 
Articolo di: 
Susi e Maria lavorano in una multinazionale americana: la prima nell'ufficio consulenze fiscali, l'altra come direttrice marketing. Susi il suo primo amore se lo ricorda benissimo, non perché fosse particolarmente bello ed affascinante ma semplicemente perché era suo fratello maggiore. Quel fratello con cui spesso bisticciava e che la prendeva a botte e cuscinate, ma che a lei piaceva talmente tanto che ogni volta che le lotte finivano andava fiera dei lividi che le erano rimasti sul corpo. Quel fratello che, qualche anno dopo, in camera portava le sue fidanzate e lei crepava d'invidia. Quel fratello che, laureato con il massimo dei voti in Giurisprudenza, perde la vita nel mare di Ibiza, lui promettente avvocato lì in vacanza con amici e compagna. Proprio a lei doveva capitare? Proprio a lei, creatura nata per nuotare ogni giorno, anche quando il cielo promette tempesta? Alla vigilia delle loro vacanze in Italia, Miguel lascia Maria con una telefonata che la raggiunge in ufficio. Niente vacanza in Italia, quindi. Le malelingue dicono che lui quel viaggio l'avesse già programmato con un'altra. E si sa che le malelingue son cattive, ma non sempre mentono. Maria si trova così a viaggiare da sola in Scozia, mai sarebbe rimasta nella città dove era nato il suo amore con Miguel, ed è lì che conosce Andy, Grahame e Lilian, è lì che comincia la sua trasformazione per non essere come le altre. Ma come la vita di Maria si è connessa a quella di Raquel, modella venticinquenne, apparsa sulle copertine di moda più quotate, che tutti credono una ragazzina di buona famiglia con nessun problema, ancor prima che Maria stessa ne sia consapevole?
Quattro vite di donne complicate (ma non anomale) disegnate da una scrittura cruda ed essenziale dalla penna di Lucía Etxebarría. Le storie di Noi non siamo come le altre arrivano come una coltellata allo stomaco, senza tanti giochi di parole o parafrasi inutili e vengono apprezzate proprio per questo, per la loro schiettezza, per il loro dire apertamente ciò che spesso noi donne celiamo anche a noi stesse. Inutile ricercare un qualcosa di faticosamente stilistico nel narrare la vita di Susi, Raquel, Maria ed Elsa. Ma attenzione: lo stile della Etxebarría non è “terra terra”,  tutt'altro. È piuttosto narrando in maniera matura e sapiente i fatti così come stanno che le storie di queste quattro donne prendono forma e vita pagina dopo pagina, in una successione di racconti in cui ci vengono presentate dapprima una per una, con i tratti che più le contraddistinguono. Indispensabile è il prologo dell'autrice stessa che ci spiega come sono nati alcuni racconti e perché un libro concepito come inizialmente come una raccolta di racconti trovi poi il modo di unire in maniera indissolubile i suoi personaggi. E il lettore è avvisato: sono racconti da leggere rigorosamente nell'ordine in cui sono pubblicati. Altrimenti sarebbe come saltare qua e là per le pagine di un romanzo.

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER