A noi vivi

A noi vivi

L’imponderabile era appena dietro l’angolo. Dietro la curva, anzi. Perry si accorse dei fari della berlina verde, schizzarono fuori dal senso di marci opposto dritti contro di lui. Senza pensare, bofonchiando assurdi avvertimenti all’altro conducente, ruotò il volante. Vide il guardrail in rapido avvicinamento, il pneumatico fece un botto sordo e il veicolo perse aderenza alla strada. Perry vide uno spicchio di cielo, quindi la superficie ambrata del mare, le onde dalle creste spumose che si rifrangevano sulla scogliera. La ragazza in costume verde aprì le braccia per afferrare la palla, la vide avvicinarsi come al rallentatore. Buio. Poi aprì gli occhi. E si ritrovò in mezzo alla neve. Era buio e freddo, nessuna ragazza in costume da bagno. Non era più in macchina, non c’era più il mare e le scogliere si erano tramutate in montagne scure e incappucciate. Solo silenzio e una lenta cascata di soffice neve grigia...

Per il ciclo delle ristampe di lusso, Urania propone stavolta una vera chicca per gli appassionati della fantascienza. Già pubblicato nel 2005, ad un solo anno dalla sua apparizione in lingua originale, questo romanzo è rimasto inedito a lungo per volontà dello stesso autore. Scritto nel 1939, all’inizio della folgorante carriera letteraria di Heinlein, A noi vivi rappresenta oggi uno straordinario documento. Ci fa comprendere quanto, prima ancora della notorietà e della maturità artistica, certi temi e idee fossero ben radicate nella testa dell’autore. Pur senza una trama ben riconoscibile, il romanzo si perde ben presto in mille rivoli ideologici, sembra di ripercorrere l’intera personalità di Heinlein come in un variopinto ologramma. Caratteristica basilare dell’ologramma è che ogni punto di esso contiene tutte le informazioni dell’immagine, tale per cui siamo in grado di avere una panoramica completa di essa osservandone una semplice parte. Così è per questo romanzo. Troviamo tutto Heinlein in ogni sua parte, in ogni sua riga e quasi in ogni sua parola. Caldamente suggerito a chi volesse capire l’autore prima ancora della sua opera in un unico corposo sguardo.



0
 

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER