Odio i lunedì

Autore: 
Traduzione di: 
Genere: 
Editore: 
Articolo di: 

Il risveglio di Ellie quel lunedì 26 settembre è piuttosto agitato, la sera prima ha litigato furiosamente con Tristan il suo attuale e finora unico ragazzo. Sì, proprio lui, il superfigo del liceo che non si sa per quale occulto disegno del destino ha deciso di stare con lei da qualche mese, e della cui luce riflessa Ellie si nutre alimentando la sua clorofilla. Si può non essere gelosa del leader di una boy band che ha uno stuolo di ammiratrici? Ellie proprio non ci riesce, per questo in un impeto incontrollato gli ha tirato addosso un nano da giardino. Il suo migliore amico Owen l’ha presa a ridere ma Tristan no. Potrebbe essere la fine della loro storia e al solo pensiero a Ellie vengono i lucciconi, ma oggi non può perdersi d’animo, ha il discorso per le elezioni a presidente della scuola (terzo tentativo) e se vince sarà la vice di Rhiannon, ma di questo poco le importa, i presupposti per una giornata indimenticabilmente da schifo ci sono tutti, eppure il peggio deve ancora venire. È la fame a tradirla o meglio, il plum-cake alla banana a cui dà un morso prima di esibirsi nel suo discorso riciclato. Peccato che nell’impasto ci siano le mandorle e lei sia allergica, potrebbe andare peggio di così? Certo, se Tristan la lasciasse…

Odio i lunedì si presenta ai giovani lettori come una versione rivisitata di Sliding doors versione teen, i sette volte lunedì vissuti da Ellie Sparks nel tentativo di non farsi lasciare da Tristan (alias BPT, acronimo che sta per: bello, popolare e talentuoso), somigliano a un purgatorio le cui sette cornici la protagonista ascende - un po’ goffa e insicura -, scoprendo ogniqualvolta una cosa nuova su se stessa e i suoi sentimenti. Ama davvero Tristan? Owen è solo il suo migliore amico? È finita in un loop causato da droghe ingurgitate a sua insaputa? Interrogativi che troveranno risposta all’ultimo capitolo di questa divertente avventura. E se qualcuno se lo stesse chiedendo la risposta è no, non si tratta di un episodio di Ai confini della realtà ambientato al liceo, né di un reboot di Dawson’s Creek in salsa sci-fi. Lo stratagemma della giornata che ricomincia da capo - usato abbondantemente da cinema tv e letteratura - diventa per Jessica Brody l’occasione di raccontare i piccoli drammi sentimentali di una liceale insicura e con uno spiccato senso dell’umorismo. Ellie Sparks è una come tante, studentessa neppure modello baciata dalla sfortuna, ma il suo lunedì che continua a ripetersi la rende unica. Leggera e divertente, la scrittura della Brody riesce a non annoiare il lettore, anche se la trama non è del tutto originale. Con all’attivo più di una decina di libri e tra questi la serie Disney Descendants (libri ispirati ai film Disney ambientati nel regno delle fiabe), la scrittrice americana mostra la sua esperienza e confidenza con un pubblico di giovanissimi, di cui sa carpire interessi e inquietudini. In definitiva una lettura sconsigliata agli over 16, ma raccomandata a tutti quelli che stanno sotto questa fascia di età.



0

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER