Pane al limone con semi di papavero

Pane al limone con semi di papavero
Traduzione di: 
Genere: 
Editore: 
Articolo di: 

Anna e Marina, sorelle maiorchine oltre la quarantina, sono un po’ come lo yin e lo yang, diversissime e complementari. La maggiore è bionda, esile, quasi diafana, degna epigona della madre Ana, borghese e austera. La minore è mora e formosa e fin dall’adolescenza ha lasciato l’isola per andare a studiare oltreoceano. Una vita contro i luoghi comuni, la sua, in giro per il mondo a salvare bambini con una ONG mentre Anna tenta di venire a capo di un matrimonio ricco ma infelice. Quattordici lunghi anni di silenzio le separano, da quando una lite familiare ha ghiacciato il loro rapporto. Dopo tanto tempo, però, grande è la sorpresa e il piacere nel ritrovarsi davanti alla porta del mulino che una ignota donatrice ha lasciato loro. Non un qualsiasi mulino ma il forno centrale del paese, luogo di ritrovo per la piccola comunità cittadina. Anna, alle prese con le difficoltà economiche dell’iroso marito, vorrebbe vendere e lasciarsi questa bizzarria alle spalle ma Marina, di ritorno a Maiorca dall’Africa, preferisce dare un senso al suo viaggio cercando di ricostruire la storia del mulino, del forno, della proprietaria defunta e della socia panificatrice che, seppur vivente e in salute, mostra una sospetta reticenza nel raccontarsi. Intanto, il rapporto tra le sorelle comincia a rigenerarsi e questa ritrovata fratellanza porta con sé momenti di riflessione, di contrasto ma anche svolte di vita…

Un romanzo intenso, personaggi rotondi e ben articolati. Un paesaggio caldo, quello della piccola comunità maiorchina dove si svolgono i fatti, che non toglie nulla alla grandezza dei sentimenti che orientano le scelte dei protagonisti. Un romanzo di famiglia, non solo d’amore, ricco com’è di momenti di confronto tra i protagonisti, variamente legati tra loro. Anzi, le protagoniste, perché gli uomini sono importanti ma non proprio essenziali ed è piuttosto un gineceo quello intorno a cui si articola la storia. Tra Stati Uniti, Africa, Medio Oriente e Maiorca seguiamo le vicende di due sorelle, che la vita allontana e poi riavvicina; accompagniamo i loro tormenti interiori che sono anche intergenerazionali, una con un rapporto tesissimo con la madre l’altra con la figlia preadolescente. Scopriamo le loro paure, i momenti di frustrazione, le improvvise impennate di vitalità, sempre animate da un desiderio potentissimo di andare avanti, di superare le difficoltà. Un romanzo intimo ma ben intrecciato alla vita della piccola comunità in cui si svolge la storia del mulino e della misteriosa panettiera scomparsa. Un po’ di mistero, molto amore, amicizia, dolore - necessario contrappunto a una storia che altrimenti risulterebbe melensa: questi gli elementi che coloriscono il tema di fondo, quello del coraggio e dell’autenticità delle proprie scelte. Restiamo in attesa, a questo punto, della riduzione cinematografica che l’autrice, al suo esordio letterario, ha già annunciato.



0
 

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER