Prima che te ne vai

Prima che te ne vai
Traduzione di: 
Genere: 
Editore: 
Articolo di: 

Diciasette anni. L’età giusta per dedicarsi alle amiche, alle feste e alle vacanze estive prima del college. E Maddie rispecchia perfettamente la sua età, con un po’ di frivolezza e giusta spensieratezza. Almeno finché Noni, la nonna, non decide di convocare tutta la famiglia, nessuno escluso, per sconvolgere le loro vite. Un buco allo stomaco e un senso di nausea è quello che Maddie sente quando quella roccia bizzarra di sua nonna pronuncia quella parola: cancro. Lo fa con la sua solita naturalezza, con un tono indecifrabile, a metà tra il serio e l’ironico. La vita di Maddie, i suoi piani, le sue feste e i pettegolezzi con le amiche crollano sotto il peso di quella notizia che mai avrebbe voluto sentire. Ma la sua arzilla nonna ha in serbo un colpo di scena: ha prenotato una crociera a cui dovranno partecipare tutti i membri della famiglia. Una crociera per salutarli prima di passare a miglior vita. L’obiettivo? Esaudire i suoi ultimi desideri e lasciare questo mondo circondata dall’affetto dei suoi cari. Certo, la famiglia di Maddie sembra non aver preso benissimo l’iniziativa. La morte è dolore, non si può andare tutti in crociera! Ma Noni non ammette repliche. E anche stavolta si farà come ha deciso lei. Per l’ultima volta…

Trascorrere gli ultimi giorni di vita circondati dai propri cari in un contesto esotico e divertente si può. Basta con la storia che la morte debba essere vissuta con estremo dolore e sofferenza. È semplicemente una tappa della vita e come tale va vissuta. E perché no, magari in crociera. Prima che te ne vai è il viaggio di Maddie e della sua (a tratti) particolare famiglia, per salutare Noni, il pilastro della sua esistenza, la sua arzilla nonna. Un modo un po’ strano, in pieno stile Noni. Prima che te ne vai è l’occasione di crescita di Maddie: da frivola adolescente a donna forte. Un viaggio che non serve solo a salutare Noni ma a ritrovare la famiglia, conoscere se stessi e (magari!) prendersi la prima cotta! Eppure al centro c’è la perdita del suo pilastro, di quella nonna un po’ strana e bizzarra. Un romanzo che scava nel rapporto tra nonna e nipote e che affronta il tema della morte di un caro dal punto di vista di un’adolescente. Le pagine di Prima che te ne vai scorrono velocemente, tra un’avventura e l’altra. Si ride, si sorride, a volte si ride amaramente. E sì, ci si commuove. Perché la morte, seppur dignitosa, lascia comunque i suoi vuoti. Per chi resta nel ricordo di chi non c’è più. Frasi fatte? Mai troppo.



Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER