Qualcosa di più dell’amore

Qualcosa di più dell’amore
Lev Glebovič Miščenko e Svetlana Ivanov si conoscono presso la facoltà di Fisica dell’Università di Mosca. Il loro amore sboccia durante il governo stalinista, quando la repressione del NKGD (la polizia di Stato) è all’apice. La complicata storia d’amore dei due fisici è interrotta dall’aggressione nazista: è il 1941 e Lev si arruola volontario, come ogni altro russo. Caduto in mano nemica, si oppone alle autorità tedesche dei campi di lavoro forzato, sino all’impiego come traduttore. Nel ’45 ritorna in Patria ma, processato come nemico del popolo per aver familiarizzato con il nemico, viene imprigionato in un gulag siberiano. Non si vedono dall’arruolamento, ma i due iniziano una fitta corrispondenza: Svet, un tempo capricciosa e insicura, sfida ogni difficoltà per il suo Lev, sino a intrufolarsi clandestinamente nei campi di lavoro, in barba alle restrizioni attuate contro i condannati con articolo 58b. Dieci anni di corrispondenza segreta e rari incontri illegali temprano il loro amore…
Un meticoloso lavoro di ricostruzione storico-biografico. Orlando Figes ricostruisce i fatti e prova che i documenti privati possono assurgere a documento. Opere come questa permettono di tracciare un percorso sia storico sia emozionale delle vicende, al di qua della barricata, dalla prospettiva di chi la storia l’ha vissuta. Ciò consente di confutare la versione dei vincitori e d’innestare nella mera cronologia dei fatti il lato emotivo e sentimentale, dato che di storia dell’umanità trattasi. La narrazione, scorrevole e immediata, è condotta con la giusta distanza, tanto da consentire un perfetto equilibrio tra dati oggettivi e sensazioni soggettive. Lutti e tragedie umane integrano le nozioni manualistiche che qui fanno da sfondo. Impreziosisce l’opera lo studio psicologico (reso attraverso interviste) dei personaggi e l’emergere della ricerca sull’indagine esistenziale che accompagna il pensiero umano, quando esso ‒ nell’intimità di un epistolario ‒ ha il tempo di concretarsi in scrittura.

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER