Questo corpo mortale

Questo corpo mortale
A Scotland Yard, in particolare al MET, la Metropolitan Police, è ancora vacante il posto di sovrintendente: l’ispettore Lynley non è ancora tornato in servizio dopo aver perso la moglie e il figlio che la donna portava in grembo. Isabelle Ardery, tormentata da molti problemi personali, è stata nominata sovrintendente provvisorio, ma è conscia di essere sotto osservazione. La sua conferma dipenderà da come risolverà il caso che le piomba tra capo e  collo il giorno stesso in cui prende servizio, e da come riuscirà ad interagire con la squadra. Parte male, facendo pesare inutilmente il suo potere su tutti, e prendendo di petto il sergente Havers, storica partner di Lynley, inguaribilmente restia ad obbedire agli ordini.  Quando il cadavere di una giovane donna viene ritrovato in un cimitero senza documenti e come unico indizio il fatto che la giovane uccisa ha gli occhi di colore diverso, Arderey inizia le indagini, rendendosi subito conto che non sarà un caso facile, e nel tentativo di tenere la squadra sotto controllo, contando sulla sua presunta influenza su Hillier, chiede aiuto a Lynley, “richiamandolo” in servizio. Le indagini si snodano fra Londra, dove viveva e la New Forest, nello Hampshire, da dove la donna era arrivata. Gli indiziati sono tanti: l’ex convivente della donna, il conciatetti Gordon Jossie, (mestiere ancora molto in voga, nella New Forest, che per chiarezza, è un’area di proprietà della Corona, in cui flora e fauna sono sotto la responsabilità di 5 persone, gli Agister, con specifici diritti e obblighi), la sua attuale compagna (un personaggio ambiguo e pieno di contraddizioni), un violinista di strada che vede e parla con gli angeli, i due uomini che vivevano nella stessa casa della vittima, con i quali nonostante le proibizioni dell’affittacamere - una signora fissata con il riciclo - aveva intrattenuto una relazione…
Come sempre - siamo alla quindicesima avventura - la George è maestra nel mescolare all’indagine, le storie e l’evoluzione dei rapporti fra i personaggi fissi. Il complicato rapporto tra Lynley e St.James, il particolarissimo legame fra lui e Havers. Lo strano e inesplicabile sentimento che lega Barbara al suo vicino Azhar e alla piccola Hadiyyah. Imperdibile per chi segue e ama la saga dall’inizio, un po’ complesso da seguire per chi non conosce i precedenti,  Questo corpo mortale è comunque un classico del giallo. Controindicato senza appello per chi non ama l’Inghilterra e le sue complicate tradizioni, e per chi vuole scoprire l’assassino prima della fine.

 

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER