Roma – Guida letteraria

Wolfgang Goethe arriva a Roma il ventinove di ottobre del millesettecentoottantasei, ed è entusiasta e commosso di essere arrivato in quella che lui stesso definisce “una capitale del mondo”. Ogni visitatore straniero che entra in città ha quel medesimo stato d’animo, perché vede farsi reale il proprio bagaglio culturale: le immagini che ha visto nel corso della propria giovinezza sono ora davanti ai suoi occhi non per il tramite di un disegno, ma attraverso il marmo delle statue, che può toccare con le proprie mani. E può camminare in mezzo a quelle strade, vivere quei luoghi prima solo sognati. Roma è emblema di radici comuni a tutti: per Duiliu Zamfirescu, romeno, la colonna Traiana è il simbolo di identità della propria terra, e visitarla è un dovere. Mentre Hans Christian Andersen e il Marchese De Sade sono delusi…
Per conoscere bene - o forse anche solo in maniera approssimativa - Roma non basta una vita, si dice. E come sovente accade i detti proverbiali, al pari delle leggende, si basano su un fondo di verità, su un sostrato di saggezza empirica che ognuno può facilmente e concretamente riscontrare, a partire dall’immediatezza delle proprie personali esperienze. Carlo Raso racconta Roma attraverso i luoghi più significativi di una città dalla storia millenaria e osservabile da centinaia di punti di vista, artistico, politico, religioso, simbolico e non solo, legati alle personalità più eminenti che nell’attuale capitale d’Italia hanno vissuto e lavorato, proponendo degli itinerari, fisici e del pensiero, dettagliatissimi e ricchi di aneddoti che sono in grado di soddisfare le più varie curiosità.

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER