Ross Poldark

Ross Poldark

Nampara House. Contea della Cornovaglia. Secolo diciottesimo. “Un volto insolito, con zigomi marcati, una bocca ampia e denti bianchi e forti. Gli occhi erano di un grigio-azzurro molto chiaro sotto le palpebre pesanti, che davano ai Poldark un’ingannevole aria assonnata”. L’uomo ha pure una cicatrice su una guancia, una passione ardente e parecchio carattere e intelligenza. Il capitano Ross ha combattuto la guerra. Coloni e francesi, però, tornando a casa, sembrano irreali. La semplice vita di campagna, i gruppi di minatori e i contadini, al contrario trovano un modello vivente nella proprietà di famiglia; a Nampara, questo modello è lontano dalle parole di indipendenza e patriottismo, dagli ideali, dalle convinzioni politiche, della terra d’America. “Da giovane aveva appreso dal padre a dare ben poco per scontato nella vita, eppure nei suoi rapporti con Elizabeth Chynoweth era caduto proprio nel genere di trappola che quella visione del mondo avrebbe potuto aiutarlo a evitare”. Il matrimonio della sua promessa sposa con Francis, suo cugino, è giustappunto il bentornato che gli vien dato…

Ogni saga, ancor di più se familiare, è generosa di emozioni. Ogni primo libro di una saga poi prepara in un certo modo alle personalità più attraenti e agli eroi più complessi. Inoltre ogni saga storica suppone certo parecchie avventure e già al principio mostra i vizi più evidenti (e affascinanti) dei personaggi. È facile intuire quanto questi particolari – che, in verità, faranno la fortuna di Winston Graham – siano parte integrante della saga di Poldark. Per riuscirvi il primo dei romanzi è illuminante. Ambientato in Gran Bretagna alla fine della guerra d’indipendenza americana, mostra un acuto spirito degli eventi e così rappresenta la “depressione crescente dell’inizio degli anni Ottanta” e, per quanto cristallizzate, le condizioni ancora vive dell’industria mineraria della Cornovaglia. Di qui le terre, le storie dei possidenti e il gran numero di sfumature dei rapporti dei cugini Poldark. Niente di più naturale. L’arrivo dell’uomo che ha rinunciato all’esercito per farsi carico di tutti i bisogni dei minatori e della salute della sua terra suscita sentimenti discordi nella potente nota famiglia e procura occhiate incuriosite nell’antica città di Truro. Se un animo intrepido segna il destino di un soggetto particolarmente romantico, la lotta d’amor proprio, un amore tradito e la nuova risolutezza di Ross Poldark gettano una luce preziosa sulla storia. La saga, profondamente radicata nei cuori dei lettori inglesi, è stata ben due volte sceneggiata dalla BBC nel 1975 – con una miniserie trasmessa poi anche dalla RAI – e nel 2015. Questa, peraltro, è la prima traduzione integrale edita in Italia.



 

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER