Rumi, dialogo con l’universo

Rumi, dialogo con l’universo
Correva l’anno 1207, quando da una nobile famiglia di mistici nacque Jalal ad-Din Rumi a Balkh, una città dell’impero persiano, una delle più antiche del mondo, punto nevralgico e ponte tra Oriente e Occidente. Rumi crebbe in un ambiente intellettuale molto ricco e con la sua famiglia, dal 1212 al 1219, compì molti viaggi lungo l’antica via della Seta, durante i quali accumulò l’importante bagaglio di fonti buddhiste, indiane, zoroastriane, taoiste, le quali si aggiunsero a quelle tratte dai numerosissimi testi islamici di proprietà della famiglia. Si dice che, per trasportare solo i libri del padre, furono necessari novanta cammelli. Ma l’evento che cambiò la vita del poeta persiano fu l’incontro con Shams-i Tabriz, un Sufi errante che divenne suo maestro prima, e amico poi. Tante sono le leggende che raccontano il loro primo e folgorante incontro, e in ognuna di esse non manca l’evidenza della forza spirituale di questo Sufi girovago…
Il poeta e mistico persiano Rumi è conosciuto in tutto il mondo. Fondatore dell’ordine Sufi dei dervisci rotanti, continua ad essere studiato, letto e amato per la grandezza dei suoi insegnamenti, che trascendono ogni cultura e religione e che parlano allo spirito, alla mente e all’anima dell’uomo di ogni tempo. In questo saggio, diviso in tre parti, ne vengono analizzate la vita e gli insegnamenti, i grandi parallelismi con filosofi e poeti come Platone e Dante, mettendo in risalto la vicinanza delle immagini evocate nel mito della caverna, in quello di Er e nel Paradiso di Dante. Trovano spazio il gioco degli opposti, l’immaginazione come dono degli dei, e prende forma l’universo della poesia di Rumi. Un volume ricco, completo, che analizza il pensiero, la filosofia e la poesia di un pensatore che ha saputo trasportare nei suoi versi tutte quelle verità che abitano l’universo e dimorano nello spirito di ogni creatura. Allegato al libro, un CD con due tracce di venti minuti di musica di gong, modulata sulle vibrazioni del suono UH, un suono antico, secondo i Sufi un canto d’amore di Dio o più semplicemente la manifestazione dell’amore divino verso la creazione.

 

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER