Scarlett

Scarlett
Traduzione di: 
Genere: 
Editore: 
Articolo di: 

Scarlett ha 17 anni, un carattere ribelle, ambizione da vendere ed è una delle migliori ballerine della National Academy of Performing Arts. Insegue il suo sogno con spirito di sacrificio e passione, decisa più che mai a raggiungere il suo obiettivo. In fondo manca davvero poco, appena un mese per il diploma e tutto sembra scorrere come previsto. Solo che Scarlet tra gli step della sua scalata non ha previsto la “variabile Moss”, giovane e promettente stella del rock. Un ragazzo pieno di carisma, affascinante, che finisce per scombussolare l’intera vita della promettente ballerina. A cosa sono serviti tutti i sacrifici e le privazioni? Scarlett si addentra in un mondo nuovo, attraente, in cui tutti iniziano ad adularla in un tripudio di feste, serate e divertenti. Ma sembra che le persone che l’hanno sostenuta fino a quel momento, la mamma e gli amici, non approvino affatto questo cambio di rotta. Eppure Scarlett non può farne a meno, in bilico perenne tra l’assenza di regole e le proprie responsabilità…

In un momento in cui spuntano come funghi talent show e pellicole sul mondo della danza, il romanzo di Thalia Kalkipsakis ci racconta la storia di un sogno che rischia di essere buttato all’aria per qualche capriccio da adolescente. Un copione forse già visto e di cui conosciamo benissimo il finale. Scarlett è la classica ragazza un po’ viziatella, col sogno della danza e la camera tappezzata da poster di ballerine famose, modelli ai quali chiaramente si ispira. Anche suo padre era un grande ballerino, ormai passato a miglior vita. Ovvio. Immancabile la figura del bel tenebroso ribelle e dannato rockettaro di cui Scarlett (sorprendente, eh?) si infatua seguendolo ovunque. Il romanzo di Thaliua Kalkipsakis appassionerà sicuramente tutte le ragazze che sognano di sfondare nel mondo della danza e che si immedesimeranno nei turbamenti e nei tormenti interiori della protagonista. E alla fine? Alla fine non rimane molto altro di questo romanzo se non che vissero, neanche a dirlo, tutti rigorosamente felici e contenti.



Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER