Scoperte archeologiche non autorizzate

Tenendo presenti unicamente le teorie accademiche più consolidate, il progresso scientifico e culturale delle tante civiltà nel mondo avrebbe avuto una crescita continua senza battute d’arresto né discontinuità, e l’inizio di questa ascesa avrebbe avuto origine intorno al 3000 avanti Cristo. Prima di quella data il nulla. Quindi tutte quelle testimonianze e quegli indizi che mettono radici in ere precedenti non possono essere presi in considerazione dalle teorie cosiddette ufficiali e debbono essere relegate a oggetto di studio da parte di quelli che vengono definiti studiosi ‘eretici’ che con le loro teorie - ma da anni anche con le loro dimostrazioni scientifiche - non possono essere presi in considerazione perché sovvertirebbero secoli di errori. Ma la memoria del diluvio universale in tante e lontane tradizioni getta il primo piccolo seme di un ragionevole dubbio, così come le misteriose costruzioni megalitiche con le loro identiche tecniche di edificazione presso popoli lontani migliaia e migliaia di chilometri e in continenti differenti. Dalle prove dell’esistenza di faraoni biondi e dalla pelle chiara alle mummie nordiche nelle isole Canarie attraverso gli incredibili reperti in una grotta nel Grand Canyon, dalla secolare questione della Sfinge al mistero delle piramidi nella piana di Giza e della loro perfezione matematica e astronomica. Poi, ancora, la nascita ufficiale dei Vangeli canonici, le ipotesi sul santo Graal dagli esseni ai merovingi passando fino a Cristoforo Colombo e alle rotte dei templari…
È affascinante rileggere la storia dei grandi misteri irrisolti sulla base delle nuove scoperte scientifiche e alla luce della dimostrazione dei cicli come l’inversione dei poli magnetici e degli impatti di meteoriti sul nostro pianeta oggi largamente dimostrate da studi di scienziati considerati dall’ufficialità come ‘eretici’. Marco Pizzuti si fa portavoce di studiosi e tecnici tutti appartenenti ad una corrente di letteratura scientifica indipendente che, soprattutto negli ultimi anni, sta minando iustis de causis i principali dogmi accademici. Pizzuti racconta, mostra, ragiona, fornisce indicazioni, rimanda ad articoli, libri, teorie fornendo al lettore tanto di quel materiale su cui riflettere che non può che lasciare sbigottiti anche i più radicali scettici. Lo fa circostanziando ogni affermazione e alla fine di ogni capitolo fornendo una vera e propria bibliografia che certo non si trova sui normali canali di informazione. Ma questo non stupisce, dal momento che può essere considerato un esperto di controinformazione. Ex ufficiale dell’esercito, nel 2011 ha  inoltre stabilito “il nuovo record mondiale (TEDxBologna 2011) nella trasmissione di corrente elettrica senza fili direttamente in forma di corrente alternata applicando esclusivamente la tecnologia di Tesla di fine ‘800”.

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER