Scrittori, artisti

Scrittori, artisti
Da Jean D’Ormesson, scrittore francese di assoluto livello internazionale, già direttore de Le Figaro e membro dell’Accademie Française, ad Alain-Gérard Slama, prestigioso intellettuale parigino di origine tunisina, tra i primi a recensire Les Nouveaux Philosophes. Da Félix Guattari, fervente seguace lacaniano, tanto estremista in politica quanto critico nei riguardi delle categorie della psicanalisi, a Nadine Shenkar, saggista che vive attualmente a Gerusalemme dopo essersi formata a Parigi e aver a lungo frequentato Jean Paul Sartre. Dal professore ungherese Thomas Szasz, protagonista di una carriera spesa per combattere i luoghi comuni della malattia mentale, ad Aleksandr Jakovlev, teorico della Perestrojka in una Russia a cui oggi si sente estraneo. Dallo scrittore russo Vladimir Bukovskij al poeta e romanziere cinese Shen Dali, fermi oppositori dei rispettivi regimi politici. Dai pittori Antonio Vacca e Mimmo Rotella agli scultori Salvatore D’addario e Pericle Fazzini. Questi e molto altri scrittori e artisti si raccontano, narrando del proprio percorso artistico e dell’epoca di cui sono stati testimoni e protagonisti…  
Ci si può avvicinare all’arte e alla letteratura anche così: attraversando i ricordi, gli aneddoti e le testimonianze presenti in questo volume corposo ed essenziale, che aiuta a entrare nella vita di una variegata schiera di protagonisti del mondo della cultura, consentendone di cogliere gli aspetti più diversi. Si tratta di conversazioni e interviste che Armando Verdiglione - noto psicanalista, traduttore, saggista ed editore – ha raccolto prevalentemente presso la Villa San Carlo Borromeo in occasione della presentazioni di libri o dell’esposizioni di mostre d’arte. Colloqui che lievitano allo specchio curioso e partecipe dell’autore, rivelando ai lettori il tragitto artistico ed esistenziale di un nutrito drappello di intellettuali che hanno fatto scuola, e che qui vengono chiamati a pronunciarsi non solo sull’arte e sull’intelligenza delle cose. I loro racconti, a differenza di quanto spesso può accadere per un artista ormai affermato e celebrato, non si limitano a essere una pura ripetizione del già detto o un sintesi divulgativa di idee e concetti già espressi in precedenza; ma al contrario si confrontano con le sollecitazioni della realtà socio-culturale più recente, fornendo ulteriori spunti e novità interpretative. A testimonianza di un’eccezionale vivacità e di un costante impegno intellettuale che mira, ancora oggi, a seminare  più dubbi che non a consegnare certezze.

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER