Sesso senza vie di mezzo

Sesso senza vie di mezzo
Cercare di scatenare nella partner un irrefrenabile squirting – la cosiddetta eiaculazione femminile – aiutandola a superare l'eventuale imbarazzo? Sì! Avventurarsi in una session di sesso anale quando lei non va di corpo da un po' andando incontro a un sicuro rendez vous 'fecale'? No! Avere a disposizione un trombamico con il quale avere un rapporto di natura esclusivamente sessuale, senza impegni, sentimenti e nemmeno vita sociale? Sì! Trombare con il migliore amico, quello che sa tutto di voi, il compagno di mille telefonate di gossip sfrenato? No! Massaggiare e leccare i piedi del partner? Sì! Massaggiare la prostata del vostro compagno con la perizia di un urologo rischiando di farlo sentire minacciato nella sua mascolinità? No! Farsi scopare da dietro nella toilette dell'aereo e magari nel frattempo rifarsi il trucco, già che ci siete? Sì! Trombare con uno sconosciuto nel bagno del treno, di solito sporco e maleodorante, in compagnia di virus e streptococchi? No! Indossare quella lingerie da pornostar con la fessura proprio lì e che vuol dire “prendimi adesso”? Sì! Sfoggiare bustini retrò con i lacci strettissimi che per spogliarvi un uomo ci mette un'ora se va bene? No! Praticare lo spanking e sculacciare allegramente il partner in un sottile gioco sadomasochistico? Sì! Massacrare pene e testicoli a calci, schiaffi e strizzate (il cosiddetto ballbusting)? No! E così via, parlando di preliminari e posizioni, di luoghi dove scopare e di abbigliamento, di sex toys e di perversioni, ma anche di prima volta e di come comportarsi dopo aver fatto l'amore...
Di un galateo del sesso, estremo e non, probabilmente c'era davvero bisogno. La pervasività dell'estetica hardcore – la parte più pop della cultura pop, con buona pace di chi non vuole rassegnarsi all'idea – ormai ha reso le relazioni sessuali fonti continue di sorprese, a volte sgradevoli. Non è più come una volta che i modelli relazionali possibili a letto erano due o tre, adesso puoi trovarti di fronte la qualunque: MILF femdom tatuate e piersate dove prima c'erano solo tranquille casalinghe trascurate dai mariti, idraulici nerboruti con una passionaccia nascosta per il crossdressing, identità sessuali ibridate, sdoganamento totale di quelle che in passato erano considerate patologie sessuali da tenere nascoste nei recessi più reconditi della mente. E allora manualetti come questo di Cristiana Danila Formetta – poco più di un divertissement in salsa manichea – possono tornare utili, soprattutto a chi non è proprio informatissimo su fetish e dintorni. Ottimo come regalo-scherzo insinuante e per passare una serata allegra tra amici, ridendo e confrontando le proprie esperienze tra serio e faceto. Hai visto mai.

 

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER