Storie di Amsterdam

Storie di Amsterdam
Japi lo scroccone insegue le proprie pulsioni e biasima chi svolge un lavoro o si impegna in qualcosa: “Fare? A fare niente! Siete sempre così terribilmente ragionevoli, voialtri: tutto deve avere un motivo e uno scopo.” Japi vive della generosità altrui: oggi mangia domani no, oggi dorme nella soffitta di un amico, domani sugli scalini di un portone. A che scopo impegnarsi in un’attività che porta vantaggi a qualcun altro?...  Bravi ragazzi che vogliono riformare il mondo, dare inizio al cambiamento. Quale cambiamento? Non lo sanno, ma sono consapevoli della volontà di lasciare il segno, di uscire da una condizione di cui non capiscono i confini: “Noi, cioè noi cinque. Tutti gli altri erano loro. Loro che non capivano e non vedevano niente”...  Il piccolo poeta si consuma d’amore, intimidito dagli occhi delle ragazze che “sanno qualcosa” pur avendo a casa una moglie “giovane, graziosa, vivace e spontanea”. Vorrebbe di più, vorrebbe cadere, ma per cadere occorre prima essere un grande poeta...
L’insoddisfazione giovanile descritta dall’olandese Nescio - pseudonimo latino di Jan Hendrik Frederik Grönloh – rispecchia contraddizioni e indolenza dei giovani di ogni epoca: “In realtà non facevamo che parlare, fumare, bere e leggere libri”. Scritti rimasti a lungo ignorati hanno ottenuto il giusto interesse anni dopo le prime pubblicazioni avvenute tra il 1911 e il 1935. Nell’arte e nella povertà si rifugiano i ragazzi di Amsterdam prima che le responsabilità li annientino: “Aspettavamo, nient’altro. Che cosa? Non l’abbiamo mai saputo.” Pittura e poesia strumento di libertà intellettuale ma anche merce da monetizzare per campare in una società monotona. Osservano il mondo dall’alto delle loro riflessioni su Dio e sulla natura, un mondo che li stritola con schemi preconfezionati. “Devi solo startene seduto tranquillo e desiderare, desiderare senza sapere cosa”: solo la morte o la pazzia possono salvare queste anime bohèmien, se non trovano la strada per omologarsi.

 

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER