Surrogati di presenza

Surrogati di presenza

A questo punto dell’evoluzione del pensiero in materia di auto-analisi della società contemporanea è necessario cercare di strutturare una formulazione teorica che vada alla ricerca delle ragioni antropologiche e genealogiche della nascita dei media, o meglio dell’urgenza tutta umana di crearsi un universo mediatico. Al di là del semplicistico modo di risolvere la domanda del perché - alla quale si può rispondere naturalmente con l’evidenziare un bisogno di comunicazione, di creazione di interconnessioni plurime con una popolazione in potenziale contatto che si amplia con il restringersi delle distanze spaziali - tanto più interessante diventa chiedersi cosa ci sia non di contingente, ma di ancestrale nella brama di costruire realtà immaginifiche altre, dalla riflessione sulle pratiche sufi alla nascita del cinema un excursus nei desideri e nelle prospettive che l’uomo è capace di crearsi…

Franco La Cecla si chiede: e se al di là del tautologico modo di rispondersi che i media sono stati creati dall’uomo per il bisogno di comunicazione legato alla contemporaneità, essi fossero stati pensati, voluti, realizzati per un motivo che è insito all’uomo, che si è evidenziato già nella nascita della letteratura, che non è altro che una sostituzione di presenza, una creazione fittizia di presenza? Platone diffidava dalla scrittura e dalla pittura per il loro carattere evocativo: la natura di tali pratiche falsifica la realtà, rendendone tangibile all’immaginazione una del tutto fuori dalla mera verità materiale. E come le lettere il cinema, poi fino alla tv, ecco che l’uomo si crea dei surrogati di presenza con i quali si illude. Ma l’illusione è da intendersi anzitutto nel senso della lingua inglese, prima ancora che come imbroglio come magia. Tale è infatti la concezione mediatica attraverso la quale l’uomo crea presenze, non per prendersi in giro, ma per evocare altri universi tanto intangibili quanto reali, e necessari.



Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER