Trappola per topi

Trappola per topi
Traduzione di: 
Genere: 
Editore: 
Articolo di: 

Monkswell Manor è una vecchia dimora situata poco fuori Londra. Non ha più l’aria solenne degli antichi manieri inglesi, ma quella più dimessa delle vecchie case di famiglia. Mollie e Giles Ralston hanno deciso di affittarne le camere in modo da poter mantenere il vecchio edificio. I primi ospiti stanno giungendo con fatica e ritardo rispetto ai loro programmi perché all’esterno si è scatenata una vera e propria tempesta di neve. Non è di certo la serata migliore per inaugurare una nuova attività ma Mollie e Giles sanno che ce la metteranno tutta per rendere il soggiorno dei loro ospiti il più confortevole possibile. Il primo a raggiungere Monkswell Manor è il signor Christopher Wren, un giovane e promettente architetto, poi la petulante signora Boyle, la scostante signorina Casewell, il signor Paravicini e il maggiore Metcalf. Tutti hanno un’aria strana e sospettosa, come se nascondessero qualcosa. La tensione si fa sempre più palpabile anche perché la radio continua a trasmettere le notizie di un tremendo omicidio a Paddington sul quale le forze dell’ordine non hanno ancora alcun sospettato. Questo crimine efferato è stato battezzato dai giornalisti l’omicidio dei “Tre topolini ciechi”, perché l’anziana vittima sembra avere un legame con un fatto di cronaca, accaduto qualche anno prima, durante cui erano stati sfruttati tre poveri bambini…

Trappola per topi, unico dramma scritto dalla regina indiscussa del giallo Agatha Christie, è stato messo in scena per la prima volta a Londra al New Ambassadors Theatre il 25 novembre 1952. Le repliche si sono seguite incessantemente e quotidianamente per oltre sessant’anni. Siamo dunque davanti ad un monumento della storia del teatro e della storia dei gialli. L’ambientazione è quella classica della Christie: il vecchio maniero che tanto ci ricorda quello di Dieci piccoli indiani, nessuno dei protagonisti che è realmente innocente o capitato lì per pura coincidenza: tutti nascondono segreti. Del resto la scrittrice britannica ci ha sempre abituati, nel corso della sua lunga e feconda produzione narrativa, a romanzi e racconti in cui la complessità dell’animo umano è stata sempre scandagliata e sezionata con la precisione di un vero e proprio chirurgo. Trappola per topi ci tiene con il fiato sospeso per tutto il tempo, ci riporta idealmente in quella Gran Bretagna degli anni Cinquanta in cui passato e presente idealmente riuscivano ancora a fondersi creando una atmosfera unica che solo la Christie è riuscita a rendere così perfettamente. Vi siete persi questa lettura? È il momento di recuperare, sorseggiando un tè caldo in perfetto stile inglese.



Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER