Una gran voglia di vivere

Una gran voglia di vivere
Autore: 
Genere: 
Editore: 
Articolo di: 

Anna e Marco, insieme da sette anni ed un figlio - Matteo - di cinque, sono a letto con le luci spente ed hanno appena fatto l’amore con un’intensità ed una passione che, pensa Marco, non provava da mesi. Anna gli chiede «Mi ami ancora?», ma il tono della sua domanda è diverso dal solito, reclama una riposta onesta. E Andrea con onestà le risponde «Non lo so più, Anna» ed attende, nel silenzio, la reazione della compagna. Quando Anna con altrettanta onestà gli fa notare che pure lei prova le stesse sensazioni, Marco, che pensava che dire la verità lo avrebbe finalmente alleggerito da un peso, avverte invece di precipitare nel buio della stanza ed abbraccia la compagna che, anziché respingerlo, si aggrappa a lui ed insieme realizzano che la loro crisi è ufficialmente aperta. Marco aveva conosciuto la madre di suo figlio durante una cena nella casa di campagna del suo amico Alessio: all’epoca Anna era fidanzata con Gabo, ma – al primo sguardo – Marco ne era rimasto ipnotizzato ed un semplice sorriso della ragazza, un incrocio perfetto di tenerezza e sensualità, era riuscito ad inchiodarlo. Si erano incontrati di nuovo per caso tempo dopo, mentre Marco cercava un taxi che lo portasse dal dentista. Anna non era più fidanzata ed i due avevano cominciato a frequentarsi: una storia nata da una coincidenza, quindi, ma così intensa da sembrare perfetta. Mille progetti, un futuro da costruire insieme. Al rientro dal lavoro, la sera, erano felici di rivedersi, di cucinare insieme, non era necessaria un’occasione particolare per festeggiare ed anche i silenzi erano condivisi. Poi pian piano, in maniera impercettibile e forse senza un vero perché, non si accende più la radio al rientro dal lavoro, non si stappa il vino per brindare insieme, non ci si accarezza più ogni volta che ci si sfiora, ci si gira intorno in punta di piedi; i silenzi aumentano e si fanno sempre più presenti, fino – forse – al punto di non ritorno…

Anna e Marco: e la mente corre inevitabilmente al brano di Lucio Dalla del 1979, uno dei gioielli più luccicanti nel repertorio del cantautore bolognese che, con poche metafore, dipinge l’affresco di due personalità, molto giovani ma già disilluse, che si riconoscono grazie alla volontà di un destino che vuole offrire loro l’occasione per continuare a credere nel futuro. Ma gli Anna e Marco di Fabio Volo sono ben altra cosa. Sono pieni di speranza, hanno mille sogni da realizzare, hanno fiducia in loro stessi e nella loro coppia e sembrano in grado di affrontare la vita con determinazione, insieme. Eppure a poco a poco questa quotidianità patinata si logora, ci si vede ma non ci si guarda più, il presente diventa sempre più pesante e si finisce per cedere all’apatia, all’insofferenza o – peggio – all’indifferenza. Per affrontare la crisi di coppia non resta che intraprendere un viaggio – reale ed allo stesso tempo interiore – per capire se esista un modo nuovo e diverso di stare insieme. Una delle abilità di Fabio Volo (che piaccia o meno) è la sua tendenza a raccontare sempre il quotidiano ed anche in questo romanzo quella che viene presentata è una storia semplice, un racconto nel quale si può immedesimare la maggior parte dei lettori. L’autore fotografa le contraddizioni alla base dei rapporti di coppia e lo sfaldamento del legame sociale per eccellenza, la famiglia. Peccato però che, una volta sollevato il problema, Volo non mostri la volontà di spingersi verso una riflessione più profonda, ma si adagi in un politically correct che puzza tanto di furbizia. Manca lo slancio, il coraggio di osare un po’ di più e affrontare il lettore a muso duro. Per carità, il libro è scorrevole – seppure un po’ ripetitivo – e coerente dal punto di vista narrativo, la movenza stilistica è semplice, i dialoghi sono per lo più gestiti bene anche se talvolta artefatti, ma non si respira, pur sforzandosi di cercarla, quella crudezza che nel campo della narrativa realistica fa di una lettura piacevole una lettura necessaria.



0

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER