Una questione di sangue

Una questione di sangue
Autore: 
Traduzione di: 
Genere: 
Editore: 
Articolo di: 

Il detective John Rebus è in ospedale: ha le braccia ustionate per un banale incidente domestico, racconta ai medici. Il problema è che proprio mentre Rebus si scottava con l'acqua bollente, Martin Fairstone, un piccolo criminale che perseguitava da tempo la sergente Siobhan Clarke, grande amica di Rebus, moriva nell'incendio di casa sua. Sia Siobhan che i superiori sospettano che il rude detective si sia fatto giustizia da solo, ma non c'è tempo per approfondire, perché un nuovo caso si profila all'orizzone: un ex militare dei corpi speciali antiterrorismo è entrato in una scuola e ha ucciso due studenti prima di suicidarsi. Solo pazzia o c'è qualcosa di più oscuro sotto?
Siamo al 14esimo romanzo (senza contare una raccolta di racconti) della saga di John Rebus, che ha debuttato nel 1987, quando Ian Rankin era ancora giovanissimo. Un poliziotto duro come la sua Scozia, con un matrimonio fallito alle spalle e una figlia lontana, la voce arrochita dalle sigarette e dall'alcol, e una malinconia opprimente bilanciata solo in parte da un cinico sarcasmo. Sulla natura del suo rapporto con la giovane sergente Clarke il dibattito tra i fans di Rankin va avanti da anni, e quindi non staremo qui a tediarvi con la nostra personale visione, anche se è utile sapere che la relazione tra i due vive in quest'ultimo romanzo una tappa importante. Per il resto, crime-fiction di quella dura, col consueto marchio di fabbrica di Ian Rankin, capace comne nessuno di operare una sintesi perfetta e originale tra hard-boiled classico e cultura pop britannica. Tra Marlowe e i Rolling Stones.

 

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER