Una vita per la libertà

Una vita per la libertà
E’ il 12 giugno 1993 quando Markar Melkonian viene a conoscenza della morte del fratello Monte, caduto durante una battaglia tra le forze del’ex blocco sovietico e la neo-nata repubblica dell’Azerbaigian. Colmo di interrogativi sull’assassinio, Markar non può che giungere a Yerevan - capitale dell’Armenia - dove, in un tripudio di folla, verranno celebrati i funerali del fratello. Ma chi era costui e cosa rappresentava per tutti quegli uomini afflitti da anni di guerre e rappresaglie, volenterosi di rivendicare la propria libertà e indipendenza? Figlio di emigrati armeni stabilitisi in California, promessa mancata del baseball e studente dai risultati brillanti, Monte sa poco o nulla delle sue origini, sino a che un viaggio nel vecchio Continente - con conseguente capatina nel paese nativo - non lo metterà di fronte alle spietate verità del genocidio armeno che, tra primo e secondo massacro, conterà più di un milione di morti. Tornato in America e laureatosi in Archeologia, non passerà molto tempo prima che Monte decida di partire per Teheran - siamo nel 1978 -  a cui seguiranno Beirut, Kurdistan, Armenia... insomma qualsiasi popolazione tra Caucaso e Medio Oriente che rivendichi la propria libertà...
Leggendo le pagine di Una vita per la libertà ci troviamo di fronte ad un libro toccante, scritto con uno stile conciso che non si abbandona mai a rimpianti ed eccessi commemorativi. Le spiccate doti intellettuali e giornalistiche di Markar Melkonian emergono in questa difficile - tanto più per l’argomento affrontato - opera di documentazione, reperimento delle notizie e vaglio delle fonti che hanno portato alla stesura di un’avvincente cronaca che ha le tutte le carte in regola per coinvolgere piacevolmente un largo pubblico di lettori. Approfondendo aspetti storici di un passato recente, accompagnandoci in un percorso fatto di viaggi clandestini, rivoluzioni popolari, attentati patriottici e ribellioni proletarie, seguiamo quello che sembra essere per certi tratti un trascinante reportage e, al tempo stesso, un memoriale per la triste scomparsa di una persona cara.

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER