Vite coniugali

Vite coniugali
Traduzione di: 
Genere: 
Editore: 
Articolo di: 

A Parigi c’è un circolo molto bizzarro: il club dei sedentari. Sono tutti individui accomunati dall’idiosincrasia per i viaggi. La loro ansia li ha spinti persino a non andare oltre l’anello della tangenziale e, capite bene al giorno d’oggi, con il mondo che ci troviamo sotto ai piedi, una fobia del genere può essere davvero invalidante. Ebbene, i membri del club da molti anni hanno istituito una competizione. Una gara di resistenza a chi riesce ad andare più lontano da Parigi in un luogo remoto e ivi resistervi per almeno ventiquattrore “in stato di piena coscienza”. Ogni partecipante verrà seguito a distanza da un accompagnatore, il “segugio”, che avrà il compito di sorvegliare e poi validare la gara e, che ci crediate o no, questa bislacca competizione risulta essere davvero appassionante… Sua moglie Elizabeth è stata una delle prime vittime dello strano fenomeno che, da qualche mese, spinge le persone a tornare al luogo in cui sono nate per morire. Un richiamo irresistibile che l’ha portata a viaggiare in lungo e in largo attraverso gli Stati Uniti con percorsi all’apparenza casuali ma che, alla fine, l’hanno condotta fino alla porta di un appartamento, oggi vuoto, di Denver. Proprio lì, e proprio dietro quella porta, lei è nata tanti anni fa. Come una calamita, quel luogo l’ha attirata a sé per farla morire serenamente poco dopo, seduta sopra una panchina del parco. E dopo Elizabeth tutti, prima o poi, sentiremo uno strano formicolio alle gambe, segno che il nostro tempo sta arrivando al termine... ”Fu allora che si palesarono, l’uno dopo l’altro, un terzo e un quarto sosia. Quattro bambini intercambiabili: impossibile distinguerli”. In una scuola elementare, davanti al cancello d’ingresso, il primo giorno di lezione fanno la loro comparsa cinque bambini identici, provenienti da famiglie diverse e che non si conoscono. Assolutamente uguali, fotocopie che stupiscono. E, dopo il primo giorno, i docenti si accorgono che i cinque sosia hanno cominciato a scambiarsi i ruoli e le famiglie…

Piccoli sosia che si ritrovano assieme il primo giorno di scuola; la vita in campagna di una prostituta parigina in cerca di nuovi clienti; la descrizione di una mostra di quadri inesistenti, perché dati alle fiamme dall’autore, grazie alla pubblicazione di un catalogo privo di fotografie ma con la sola spiegazione delle immagini; l’uomo con il talento della persuasione e molto altro ancora. Dentro queste vite coniugali c’è di tutto e di più. A volte non sono nemmeno veri e propri racconti ma aneddoti che raccontano, sorprendono e incantano. Quando la scrittura è così sicura, si possono raccontare tutte le storie di questo mondo e dell’altro. Bernard Quiriny, docente di diritto all’Università della Borgogna, ci racconta di vite coniugali, ma non di soli rapporti matrimoniali. La vita assieme è molto altro. Si può vivere in coppia persino con i libri, oppure con un’intera comunità che viene ad abitare in casa tua. Insomma, non ci sono confini quando si ha la padronanza degli strumenti che ti permettono di raccontare un preciso momento. E non servono troppe spiegazioni o trame complesse. Si può andare lontano con la mente e l’immaginazione anche in sole quattro pagine, purché si sappia cosa dire e come dirlo. Allora anche l’assurdo non esiste, non esiste nemmeno lo stratagemma per raccontarlo e le contraddizioni sono semplici deviazioni di una strada lastricata e sicura, svolte dietro le quali ci sarà una sorpresa. Dunque, nessuno spavento affrontando questa ventina di storie ma solo tanta curiosità per un autore che viene accostato a Calvino e Borges e non a torto, in effetti. Ci sono sfumature, colori, nelle frasi e nei personaggi, ci sono situazioni e voli dell’immaginazione che li ricordano. Una lettura che è anche un piacere, insomma. Da leggere piano, a dosi quotidiane, aneddoto dopo aneddoto.



0

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER