Voci di muto amore

Traduzione di: 
Genere: 
Editore: 
Articolo di: 
Jolanda Moskovitch, una ex insegnante israeliana di Francese, è ricoverata in un ospizio per anziani. Jolanda non ha più famiglia, ed è gonfia di rancori e rimpianti. Le sue giornate alla casa di cura sono scandite dalle piccole romanticherie di Lazar, un anziano pittore che dipinge suoi ritratti che non fanno altro che ricordarle il decadimento del suo corpo, dalla sofferenza, dalla morte e persino dal suicidio di amici e compagni, dall'indifferenza con la quale i parenti abbandonano i loro cari vecchi e malati, dalla freddezza con cui il personale infermieristico nasconde dietro rabbia e efficienza l'impotenza di fronte alla morte. Eppure, anche in mezzo a tanto orrore e solitudine, Jolanda finirà per intravedere una sorta di crudele bellezza...
Quella di Yehoshua Kenaz è una delle voci più importanti e sensibili della letteratura di Israele, e questo dolente apologo sulla tragedia della vecchiaia, pubblicato nel 1973, ce lo conferma appieno. Amaro, sgradevole, ma anche emozionante e profondo, Voci di muto amore è pervaso da uno humour nero che implacabilmente mette in evidenza il lato grottesco della vita e della morte. Dei personaggi, di tutti noi.

 

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER