Voi non siete qui

Voi non siete qui
Walter non è pronto ancora a fare un bilancio della sua vita. Avvocato, devoto al Roipnol, cresciuto quando Tainted Love la cantavano i Soft Cell e non i fenomeni effimeri dei talent show, sposato e con un figlio, improvvisamente, quando meno se lo aspetta (e cioè dopo le agognate ferie), viene messo da parte per un praticante meno costoso. E come nelle migliori tragicommedie che si rispettano, si aggiunge all’imprevedibile l’inaspettato: una richiesta di amicizia su Facebook da parte di una non meglio identificabile Deirdre, amante dei cani e delle pose fotografiche seducenti, che si trasforma in un diversivo coniugale a tratti comico. Un incontro fortuito poi lo fa ritrovare velocemente in un ambiente alquanto sospetto fatto di cappucci, iniziazioni e Gran Maestri…
In questo bel romanzo di Guglielmo Pispisa – fondatore e parte integrante del collettivo Kai Zen - c’è tutta l’Italia di oggi, con le sue incertezze per il futuro, le incapacità sociali, le ambiguità politiche di una classe corrotta e impantanata nella massoneria. Anche la confusione del protagonista tra Tintin e Ben 10 è decisamente all’ordine del giorno nella vita di un qualsiasi genitore italiano di oggi. Se senza alcun preavviso vieni licenziato cosa è necessario e cosa rimane della vita che hai portato avanti fino a quel momento? Nel panorama odierno, poi, i rapporti sociali possono poi avere una tangibilità malsana oppure - ed è forse proprio questo l’elemento più attuale - una virtualità che può celare sorprese: chi abbiamo dall’altro lato dello schermo? Possiamo davvero fidarci fino in fondo? Un libro riuscito, fatto di una narrazione veloce, un linguaggio spigliato e moderno, disseminato qua e là di chicche davvero divertenti (tra le altre, la fulminante: “all’asilo, i genitori diventano perifrasi”) e riferimenti musicali e culturali ampi (da Postalmarket a Morrisey).   

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER