Volare

Volare

“Поехали!”, “Andiamo!”: con quest’urlo si pone fine al conto alla rovescia che porterà la Soyuz TMA-09 nello spazio, per compiere una nuova esplorazione del cosmo. A bordo, il comandante Fyodor Yurchikhin e i due ingegneri di volo Karen Nyberg e Luca Parmitano. Luca è al suo primo volo ed in questo sarà il primo italiano a svolgere attività extraveicolari, ossia al di fuori della navicella, nello spazio. Uno dei suoi principali obiettivi sarà appunto svolgere due passeggiate spaziali, oltre a portare avanti diversi esperimenti. Tutti avverranno nel laboratorio di ricerca Columbus, dove Luca condurrà sia esperimenti di livello biologico che fisico, come l’analisi delle sostanze nelle emulsioni, difficile da realizzare sulla Terra a causa della gravità. Oltre ai dati scientifici, Luca scoprirà le meraviglie dello spazio, immagini e sensazioni da ricordare per sempre. Una di queste, la Terra vista dallo spazio, una visione che provoca una sensazione di incanto da cui è difficile staccarsi. E purtroppo, come denuncia l’astronauta stesso, impossibile da descrivere…

L’impulso umano a voler trasmettere le proprie emozioni però porta Luca a tenere un blog nello spazio, testimonianza dei suoi 6 mesi vissuti lontano dalla Terra. Proprio da questo blog nasce questo Volare, che prende il nome dall’omonima missione che ha visto l’astronauta italiano Luca Parmitano protagonista (oltre che dalla celeberrima canzone). Una breve ma emozionante prefazione di Fabio Fazio prelude alla poesia magnetica del libro. Difficile infatti trattenersi dalla lettura e dalla scoperta di un mondo alieno, trasmesso tramite le parole di un uomo che per la prima volta si trova a confrontarsi con una realtà sempre sognata, ma mai sperimentata. Quest’uomo ha riversato tutte le emozioni accumulate nella pagine del suo libro, preziosa testimonianza delle sue impressioni e delle sue esperienze. Se le sensazioni suscitate tra le stelle non riescono ad essere rese con precisione, lo stesso non si può dire delle altre esperienze, trattate con accuratezza ed esaustività. Il lettore non si spaventerà per termini e sigle tecniche, poiché Luca spiegherà tutto nel minimo dettaglio, senza però essere pedante. E ciò che all’inizio sembrerà alieno si trasformerà subito in qualcosa di familiare.



Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER