The Warehouse

The Warehouse
Autore: 
Traduzione di: 
Editore: 
Articolo di: 

Gibson Wells è l’uomo più ricco d’America e il quarto al mondo. Ha un patrimonio di 304, 9 miliardi di dollari. Ha una bella moglie di nome Molly e una figlia gentile ed educata di nome Claire. Il signor Wells però sta per morire: cancro al pancreas al quarto stadio. Il quinto stadio non è mai stato registrato in nessun paziente. E prima di morire Gibson avrebbe il desiderio di visitare tutte le sedi della sua creatura: Cloud. Cloud è una megacorporation, leader nella distribuzione di prodotti di ogni genere, dai libri all’olio di cocco. In soli due decenni, le sue MotherCloud, sparse per tutto il Paese, hanno fagocitato tutta la concorrenza, creando un vero e proprio regime di monopolio. Hanno saputo resistere indenni alle calamità naturali e ai disastri climatici come l’innalzamento delle temperature. Attorno alle MotherCloud sono state create vere e proprie cittadelle super organizzate nelle quali i lavoratori di Cloud sono costretti a vivere. Un ecosistema chiuso e autosufficiente ma a tratti soffocante. In una delle MotherCloud sparse per il Paese sono stati assunti due impiegati: Paxton e Zinnia. Sono mossi da motivazioni differenti a lavorare per Cloud. Il primo è un’ex guardia carceraria con il desiderio, un giorno, di cominciare un’attività in proprio mentre Zinnia è un’ex professoressa che odia nel profondo Gibson Wells e la cui ragione di vita è riuscire a eliminare lui e il sistema economico a cui ha dato vita...

Rob Hart è un personaggio molto eclettico che lavora come giornalista, direttore di un’importante casa editrice digitale dedicata al mondo del thriller, portavoce di un politico ed è anche membro del consiglio comunale di New York. Assieme a James Patterson ha scritto il celebre thriller Scott Free. Questo suo ultimo romanzo è di difficile catalogazione, dato che ha sia gli elementi del thriller puro, vista la trama, che l’ambientazione di un distopico con suggestioni del classico di Orwell 1984. Una storia narrata quella di The Warehouse con agghiaccianti richiami, fin troppo evidenti, al prossimo futuro che ci attende con il monopolio incontrollato dei colossi dell’online. Tutti i temi della modernità e dei suoi problemi intrinsechi come i cambiamenti climatici, l’abuso di social network nelle vite di ognuno e gli oligopoli commerciali che stanno distruggendo i piccoli commercianti sono trattati nel romanzo attraverso le vicende dei due protagonisti. Il ritmo della narrazione è sostenuto e intrattiene in maniera convincente anche se il vero e proprio punto di forza dell’opera sta nei suoi risvolti pedagogici nel tentativo di aprire gli occhi al lettore sul triste futuro che ci attende, continuando a vivere come stiamo facendo adesso. Ron Howard ne ha già acquistato i diritti per farne un blockbuster.

LEGGI L’INTERVISTA A ROB HART



0

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER