Giornalista, fotografo, scrittore e critico letterario, Roberto Cotroneo ha diretto per molti anni le pagine culturali dell’Espresso e per più di un decennio il Master di Giornalismo della Luiss Guido Carli. Con Neri Pozza ha pubblicato nel 2020 Il demone della perfezione, un ritratto di Arturo Benedetti Michelangeli. Tra le sue opere figurano: Se una mattina d’estate un bambino. Lettera a mio figlio sull’amore per i libri (Frassinelli, 1994), un viaggio nella letteratura raccontata al proprio figlio, Chiedimi chi erano i Beatles. Lettera a mio figlio sull’amore per la musica (Mondadori, 2003), un racconto sulla musica vista attraverso storie, ricordi, pensieri e grandi suggestioni, Presto con fuoco (Mondadori, 1995 ripubblicato nel 2020 da La nave di Teseo), finalista al Premio Campiello nel 1996, L’età perfetta (Rizzoli, 1999) vincitore del premio Fenice-Europa. Il suo ultimo romanzo si intitola: Niente di personale (La nave di Teseo, 2018). Nel tempo libero ama suonare il pianoforte.

Nell’accettare l’incarico Roberto Cotroneo ha dichiarato: “Questo impegno per me è culturalmente cruciale, è qualcosa che mi appassiona moltissimo, e spero che possa poi continuare a lungo e dare quei risultati che tutti vorremmo. Lo considero il mio impegno dei prossimi anni. Sono certo che questa avventura, nel senso migliore, stevensoniano, del termine, darà buoni frutti attraverso tenacia, metodo e ascolto”.

“Con l’arrivo nel nostro staff di Roberto Cotroneo – ha dichiarato il direttore editoriale della casa editrice, Giuseppe Russo -, uno scrittore di grande talento oltre che uno dei maggiori protagonisti della cultura italiana odierna, sono certo che il nostro progetto di dare voce agli autentici valori letterari della narrativa italiana, e alla sua affermazione sulla scena letteraria internazionale, trova un prezioso collaboratore”.