La passione per la propria arte e l’amore per la terra d’origine ispirano Bacas. - Borghi Antichi Cultura Arti e Scienze- un progetto che dà il via alla formazione di un Centro Internazionale di Arti e Cultura nel cuore del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni - proclamato Patrimonio dell’umanità dall’Unesco.

È una bella ​ storia​: artisti visuali, scrittori, poeti, musicisti, alcuni originari della regione e altri, americani innamorati del luogo, si riuniscono intorno a Pietro Costa, l’ideatore del progetto, artista, imprenditore, a New York dall’età di dodici anni, per molti anni collaboratore e installatore di mostre dei musei Guggenheim (New York, Bilbao e Venezia) e consulente dello scultore Richard Serra.

Nasce così Bacas, il progetto che ha come obiettivo principale quello di allargare il dialogo artistico e intellettuale fra l’America e l’Italia, e nello specifico, favorire uno scambio continuo di energie creative attraverso un progetto multi-disciplinare che sostenga artisti e studiosi nella creazione del loro lavoro. Bacas offre residenze, ospita mostre, organizza laboratori, workshops universitari, seminari e conferenzee si prefigge di invitare nomi importanti della cultura americana e italiana, in collaborazione con le attività artistiche, culturali e sociali che già operano sul territorio, per ampliare e approfondire il dialogo con il contesto locale.

La casa di Bacas sarà il Castello Macchiaroli, situato nel delizioso borgo antico di Teggiano, il cuore del Vallo di Diano, la grande incantevole valle del Parco, circondata da montagne mozzafiato. Costruito intorno al dodicesimo secolo, il castello fu la fortezza dei principi di Sanseverino ed è stato teatro di importanti eventi storici come la Congiura dei Baroni, nel 1485. Rilevato dalla famiglia Macchiaroli nel 1860, il Castello è oggi sotto la guida di Gisella Macchiaroli, la nuova partner di Bacas. La prima edizione di Bacas si terrà dal 6 al 16 luglio 2018 al Castello Macchiaroli, con il primo ciclo di programmazioni che includono ​ ​, oltre a presentazioni letterarie e mostre visive​,le​residenze artistiche, con gli scrittoriEdmund White, Garnette Cadogan e Tiziana Rinaldi Castro (Direttrice dei Programmi Letterari/Italia - Bacas), lo scultore Arturo Ianniello, l’artista Karen J. Revis, l’architetto Rossella Siani (Direttrice dei Programmi d’Architettura - Bacas), oltre ai fondatori di Bacas​, ​l’artista Pietro Costa e ​d​il poeta Denver Butson.

Per questa prima edizione, Bacas ha stretto importanti collaborazioni ​, ​co ​me ad esempio con​Lo Studio 2111- Fabrizio Caròla e Associati che condurrà un workshop di architettura applicata ​ in collaborazione con ​l’Università Federico II di Napoli . Enrico Dini, ​​fondatore della D-Shape ​condurrà ​un simposio sulla stampa 3-D per ​ ​realizzazioni architettoniche ​.​ Altra gradita collaborazione sarà quella con la scuola di scrittura Molly Bloom: Leonardo Colombati, fondatore ​ ​della scuola e direttore della rivista Nuovi Argomenti, terrà un seminario di scrittura creativa dal titolo Immaginare è conoscersi (12,13,14 luglio).