Nella scorsa edizione sono stati oltre duemila i partecipanti al Premio Internazionale di Letteratura Città di Como, con un’ampia partecipazione di esordienti italiani e stranieri e un massiccio apporto da parte delle maggiori case editrici italiane.

Un Premio che vanta oggi opere inviate da tutte le parti del mondo e che ha visto lo scorso anno ospite in città per un incontro emozionante alla libreria Ubik Fattaneh Haj Seyed Javadi, la più grande scrittrice iraniana, una degli oltre 100 finalisti della IV edizione con il suo libro La scelta di Sudabeh, edito da Brioschi Editore. Il bando della V edizione è stato pubblicato lo scorso marzo e la Giuria sta già iniziando a valutare le prime opere arrivate, in attesa della scadenza, il prossimo 15 giugno. Nel frattempo gli organizzatori, capitanati da Giorgio Albonico, ideatore e curatore del Premio dal 2014, portano avanti il progetto di promozione culturale sul territorio organizzando alcuni incontri con personaggi autorevoli del mondo della cultura e del giornalismo.

Il 5 aprile alle ore 18.00 presso la Libreria Plinio il Vecchio (Via Vitani 14, Como) sarà presente MICHELANGELO PISTOLETTO famoso artista, pittore e scultore italiano.

Il 28 maggio alle ore 18.00 presso la Libreria Ubik di Como (Piazza S. Fedele 32, Como) sarà presente il direttore del Corriere della Sera LUCIANO FONTANA che presenterà il suo nuovo libro, più che mai attuale e da poco pubblicato da Longanesi, Un Paese senza leader. Il 19 ottobre alle 18.00 presso la libreria Ubik DACIA MARAINI presenterà il suo libro Tre donne, edito da Rizzoli e il giorno successivo in veste di membro della Giuria parteciperà alla Cerimonia di premiazione finale.

Anche quest’anno verrà assegnato un premio ad una personalità o un Ente che si è particolarmente distinto in campo umanitario: la scelta del Premio è ricaduta su #everychildismychild Onlus, l’iniziativa nata da un gruppo di artisti e cittadini guidati dall’attrice Anna Foglietta; 33 protagonisti del mondo dello spettacolo italiano che si sono uniti raccogliendo i loro racconti in un libro, edito da Salani per raccontare storie fatte di immaginazione e di ricordi della propria infanzia, incentrate sul tema della felicità e della spensieratezza che dovrebbe essere diritto di ogni bambino. Lo hanno fatto per raccogliere fondi da devolvere attraverso l’Associazione Everychildismychild per ricostruire la Plaster School al confine con la Siria. Altrettanti artisti e illustratori di fama internazionale hanno realizzato una tavola a colori per ciascuna storia. La raccolta fondi del Premio sarà dedicata a questo importante progetto e vedrà protagonisti e presenti alla Cerimonia di Premiazione del 20 ottobre alcuni degli artisti coinvolti. Alla giornata finale sarà possibile per i presenti acquistare una copia del libro per devolvere fondi al progetto.

Il bando e tutte le condizioni per la partecipazione al Premio sono disponibili sul sito www.premiocittadicomo.it.

--