Per il secondo anno consecutivo la Bologna Children’s Book Fair coinvolge un giovane illustratore inedito nell’elaborazione della propria identità visiva. Un’importante opportunità di lavoro e visibilità, ma anche l’occasione per la Fiera di Bologna, dove l’illustrazione ha un ruolo centrale, di essere sempre più laboratorio creativo e culla di innovazione. Dopo l’esordio nel 2017 con Daniele Castellano, è Chloé Alméras – illustratrice francese di soli 22 anni – a curare insieme allo studio di graphic design Chialab l’immagine della Fiera 2018. Selezionata per la Mostra Illustratori del 2017, Chloé Alméras ha raccontato l’universo multiforme della BCBF 2018 dando vita a un mondo animato e cangiante fatto di piante, foglie, cappelli, pianeti, barche, uccelli, costellazioni... Grazie alla collaborazione tra Mimaster Illustrazione – Officine Buena Vista e Bologna Children’s Book Fair, e con il supporto del Laboratorio Formentini per l’editoria, nasce l’idea di realizzare una mostra dedicata a Chloé Alméras e al “dietro le quinte” del lavoro che ha dato vita alla identità visiva della BCBF 2018.

La mostra dal titolo “Chloé Alméras. Un cappello di sogni” sarà inaugurata il 13 febbraio 2018 alle 18.30 presso il Laboratorio Formentini per l’editoria (via Formentini 10, Milano) e sarà visitabile fino al 2 marzo 2018.

L’identità visiva della Fiera 2018 – Fertile Ground for Children’s Content – abbraccia ogni aspetto della comunicazione della Bologna Children’s Book Fair ed è frutto del “BCBF visual identity workshop”, il laboratorio guidato da Chialab che l’illustratrice ha seguito a luglio 2017. Nelle illustrazioni di Chloé Alméras si materializzano giardinieri-viandanti impegnati a trascinare enormi cappelli nei quali coltivano piante e trasportano case, barche, uccelli, sassi; costantemente indaffarati nel condividere, trasportare e far germogliare le idee della ricca e variegata comunità di professionisti che si incontra ogni anno alla Fiera di Bologna.

Chloé Alméras è nata nel 1995 a Fontenay-aux-Roses, Francia. Nel 2016 consegue il DMA in Illustrazione all’Ecole Estienne – Ecole Supérieure des Arts Appliqués Estienne di Parigi e, l’anno successivo, perfeziona la sua formazione ottenendo il FCIL in Illustrazione al Lycée Corvisart di Parigi. Appassionata di letteratura, Chloé preferisce i componimenti brevi quali l’haïku e ama inventare storie che prendono forma nel suo taccuino mescolando parole e disegno.