L’Unione Industriale di Torino e la Federazione Carta e Grafica, organizzano, per il secondo anno consecutivo, una tavola rotonda con lo scopo di analizzare la rilevanza che la carta continua ad avere nella nostra vita - nonostante la digitalizzazione e la crescente dematerializzazione - promuovendone l’utilizzo e sfatando tutti i falsi preconcetti che si sono radicati negli ultimi anni. Quest’anno si è scelto di farlo attraverso un’analisi esistenziale e culturale del tema, coinvolgendo soggetti che operano nei mondi della letteratura, dell’arte visiva e della musica.

La tavola rotonda “Come sarebbe il mondo senza la carta?” avrà luogo giovedì 10 maggio 2018 alle ore 12.00 al Salone Internazionale del Libro di Torino, presso la Sala Rossa nel Padiglione 1 - Lingotto Fiere Torino - Via Nizza 294 a Torino. L’incontro si svilupperà attraverso una conversazione tra soggetti diversi che esporranno il loro punto di vista sul tema, moderati dal saggista e consulente di comunicazione pubblica e politica, Massimiliano Panarari. All'incontro parteciperanno Eugenio Cesaro di Eugenio in Via di Gioia, musicista indie, Lorenzo Marini, artista visivo e direttore creativo, Ugo Mauthe, scrittore e docente e Arianna Porcelli Safonov, scrittrice e performer. Durante l’evento si svolgeranno performance e presentazioni artistiche inedite, realizzate appositamente per l’occasione.

Con questa iniziativa l’Unione Industriale di Torino ha scelto di sostenere nuovamente il Salone Internazionale del Libro e portare avanti il proprio impegno verso lo sviluppo imprenditoriale, culturale, sociale e il progresso della Città di Torino. La Federazione Carta e Grafica con la stessa iniziativa, oltre che portare avanti la collaborazione con l’Unione Industriale e le importanti aziende del proprio comparto nel territorio, vede nel Salone una importante sede di confronto culturale, sociale e imprenditoriale.

Fondata nel giugno 2017, la Federazione Carta e Grafica rappresenta i comparti industriali di Acimga (macchine per la grafica e cartotecnica), Assocarta (carta e cartone) e Assografici (grafica e cartotecnica, trasformazione), con Unione Grafici di Milano e Comieco quali soci aggregati. Una filiera che nel suo complesso esprime un valore di 23,7 miliardi di euro di fatturato (1,4% PIL) nel 2016, generato da circa 170.000 addetti attivi in quasi 18.600 imprese, con l’obiettivo di promuoverne lo sviluppo e la crescita, rappresentandone le istanze presso le istituzioni nazionali e europee. In quest’ambito rientra la promozione della versatilità del bio materiale carta.

Nel contesto della tavola rotonda l’Unione Industriale e la Federazione Carta e Grafica assegneranno il “Premio Carta 4.0”. Giunto alla sua seconda edizione, il riconoscimento verrà consegnato ad un editore di cui verrà svelato il nome nel corso della stessa manifestazione.