Faro puntato sui lettori nella nuova direzione artistica di Andrea Bajani, già giurato del premio, autore impostosi all’attenzione dei lettori con il romanzo Se consideri le colpe (Einaudi, 2007) e vincitore del Premio Bagutta con Ogni promessa (Einaudi, 2010). Il suo romanzo più recente è Un bene al mondo (Einaudi, 2016).

In attesa dell’arrivo di Margaret Atwood che sarà ospite della Fondazione Santa Maddalena da metà aprile e che terrà una lectio magistralis nell’ambito del Festival, sono partite nuove iniziative per promuovono la lettura dei cinque romanzi finalisti. Ci sarà un altro vincitore infatti, oltre quello deciso dalla giuria ‘ufficiale’ che sarà proclamato in Palazzo Vecchio il 5 maggio, e sarà il preferito dei lettori. Si tratta del nuovissimo Premio Lettori Esploratori che coinvolge le librerie indipendenti e non, che decreteranno un loro vincitore attraverso la votazione dei loro lettori. Alla quarta edizione il Premio Giovani Lettori, rivolto alle scuole superiori e che premia le migliori recensioni ai libri della cinquina. Alla conoscenza dei romanzi della cinquina saranno rivolte le lezioni che alcuni autori terranno ai ragazzi del Porto delle Storie.

La novità: Il Premio Lettori Esploratori

In attesa degli incontri con gli autori finalisti, il Festival degli Scrittori, sotto la nuova direzione di Andrea Bajani, lancia un’iniziativa di lettura partecipata in un progetto tutto italiano: Lettori Esploratori. I librai delle librerie indipendenti metteranno a disposizione dei lettori i cinque libri scelti dalla giuria del Premio Gregor von Rezzori. Per partecipare i lettori non dovranno fare altro che scoprire in quale libro, tra i cinque finalisti, vogliono avventurarsi, fare una foto al libro e inviarla alla mail vonrezzori.premio@gmail.com, postandola anche sul profilo Facebook e Instagram utilizzando l’hashtag #lettoriesploratori e taggando sia il @festivaldegliscrittori che la libreria in cui è stato fatto l’acquisto. La libreria che avrà fatto un lavoro migliore, attivando gruppi di lettura, raggiungendo un numero più elevato di lettori, inviato più foto, riceverà il Premio Lettori Esploratori e così il romanzo che avrà avuto più segnalazioni. I Lettori Esploratori sono curiosi, afferrano il libro per iniziare un viaggio. Sono lettori consapevoli non soggetti ad algoritmi. Iniziano la rivoluzione culturale con una foto. Lettori Esploratori è un’iniziativa che promuove la consuetudine di comprare i libri in libreria ed è un modo per unirsi e iniziare tutti insieme una campagna per la difesa e la valorizzazione delle librerie indipendenti.

Premio Gregor Von Rezzori Giovani Lettori

Alla quarta edizione il Premio dedicato ai ragazzi delle scuole superiori di Firenze: cento ragazzi con il compito di scrivere la recensione di uno dei cinque libri finalisti. Verranno selezionate 3 recensioni per ciascun libro, il terzo e il secondo classificato per la recensione di ogni libro finalista riceverà una menzione speciale, mentre il primo riceverà un premio di 300,00 euro da spendere nelle librerie Giunti al Punto. Quest’anno il Premio Giovani Lettori avrà una sua autonoma premiazione presso la Sala d’Arme in Palazzo Vecchio. Inoltre, e a differenza degli anni passati, i cinque giovani vincitori saranno protagonisti di un evento importante: avranno l’occasione di intervenire con una o due domande all’incontro con lo scrittore che hanno recensito. Ogni anno la risposta è stata di alto livello, al punto che le recensioni sono state talvolta usate dai critici ‘togati’ per la loro relazione finale. La giuria del Premio Giovani Lettori è presieduta da Alba Donati e composta da Elisabetta Beneforti, Silvia Costantino, Ilaria Giannini, Eleonora Pinzuti e Gaia Rau.

I giovanissimi autori del PORTO DELLE STORIE

Il Premio Gregor von Rezzori portò qualche anno fa Dave Eggers a Campi Bisenzio, a conoscere i ragazzini del Porto delle Storie, gemelli italiani della sua 826 Valencia, e da allora il Porto è diventato un appuntamento di rito per il Festival. Anche questa edizione, dunque, si apre con i giovani scrittori di Porto delle Storie, il progetto di Macramè Cooperativa sociale che quest’anno introduce una grande novità. Dal 16 al 20 aprile cinque scrittori fiorentini presenteranno ai ragazzi, divisi a loro volta in cinque gruppi sparsi per la città di Firenze e provincia, i libri finalisti, raccontando loro la storia e un cenno di biografia degli autori. Inizia il percorso Francesco D’isa che racconta David Szalay a Campi Bisenzio, Andrea Bajani con Andreï Makine e Daniele Pasquini con Lawrence Osborne alla biblioteca Thoaur di Piazza Tasso, Alessandro Raveggi presenta George Saunders e il ciclo si conclude alla biblioteca di Calenzano con il racconto di Paola Zannoner su Katie Kitamura. L’avventura del Porto delle Storie si concluderà il pomeriggio del 3 maggio presso la Cappella Pazzi di Santa Croce con la presentazione del libro che raccoglie i racconti dei giovani scrittori e illustrato dagli studenti del Liceo Artistico di Porta Romana, presentato dai maestri di Porto delle Storie, Michele Arena, Francesca Rinaldi e Leonardo Sacchetti. Il progetto è realizzato in collaborazione con The Florentine Literary Review.