La giovenca malata di nostalgia e altri racconti

La giovenca malata di nostalgia e altri racconti
New York: un uomo entra nella redazione di una rivista, chiedendo di essere ricevuto da un giornalista che si occupa di occulto e poteri misteriosi. A quanto pare quest'uomo li possiede, tutti. Si siede e inizia a raccontare le vicende della sua vita... Askha è bella, colta, orfana. Rifiuta tutti gli uomini che la chiedono in moglie. Una notte, la nonna defunta le appare in sogno e le rivela che Gesù era realmente il figlio di Dio, che deve convertirsi se vuole essere salvata. Per dimostrare che dice il vero, le predice che al suo risveglio troverà una corona di piume dentro il cuscino... Max Persky, donnaiolo di Varsavia, si è innamorato una sola volta. Non lo ha mai potuto dire a nessuno, per non compromettere la propria reputazione. Il nome della sua amata era Theresa Stein...
La giovenca malata di nostalgia raccoglie quarantasette racconti che riassumono i luoghi e la cultura che hanno caratterizzato la vita di Isaac Bashevis Singer. Nato e cresciuto in Polonia, lo scrittore Nobel per la Letteratura 1978 ha portato con sé negli Stati Uniti la lingua yiddish e le storie che hanno contribuito alla sua formazione, dalla Bibbia ai miti della tradizione popolare. Sono tanti i temi che attraversano questi racconti: la religione (sia il padre sia il nonno materno erano rabbini), le migrazioni oltreoceano del primo e del secondo dopoguerra, i matrimoni combinati, le difficoltà per uno scrittore yiddish nel farsi pubblicare da editori e riviste degli Stati Uniti, la Shoah (appena sfiorata, talvolta). Storie verosimili, ma dove non manca mai l'elemento di fantasia, di sogno: prosecuzione ideale e “adulta” dei racconti per bambini scritti da Singer, pubblicati in Italia in due volumi da Mondadori. Una raccolta di racconti fortemente voluta da Singer: ha lui stesso selezionato i quarantasette testi che ne fanno parte, tra i numerosissimi della sua carriera di scrittore (tutti pubblicati tra il 1957 e il 1981) e ne ha supervisionato la traduzione in inglese dall'originale yiddish. La scrittura di racconti è un genere molto caro a Singer, tanto che la prefazione del libro è una vera e propria dichiarazione d'amore a questa tecnica narrativa: «Sebbene la forma racconto non sia molto in voga oggigiorno, credo ancora che essa costituisca la sfida ultima per uno scrittore. A differenza del romanzo, che può reggere e persino giustificare le lunghe digressioni, le analessi e una struttura debole, il racconto deve puntare dritto al proprio climax. Deve possedere una tensione e una suspense ininterrotte. E poi, la brevità è la sua vera essenza. Il racconto deve avere un progetto preciso, non può essere uno spaccato di vita».

 

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER