Jane Austen - I luoghi e gli amici

Jane Austen - I luoghi e gli amici
«Ora chiederemo ai nostri lettori, con l'immaginazione, di rimettere indietro le lancette del tempo a più di cento anni fa e di venire con noi alla presenza di Miss Austen». Constance Hill. Grove Cottage, Frognal, Hampstead. Settembre 1901. Inizia così il diario di viaggio di Constance Hill e sua sorella Ellen, in una bella mattina di metà settembre, su un calesse a noleggio in un villaggio di campagna. Giungono in “Austen-land” due appassionate ammiratrici, due "Janeites". Un viaggio che le condurrà nei luoghi e dagli amici di Jane Austen. Perché, allora, non seguirle lungo quelle stradine dello Hampshire?
Affascinate dalla figura e dal mondo letterario di Jane Austen, agli inizi del Novecento, la scrittrice Mary Constance Hill e la sorella Ellen Gertrude Hill, ritrattista e pittrice, arrivano a Steventon, il luogo di nascita di Jane Austen. Sui luoghi dell’amata scrittrice, scrivere un racconto biografico, illustrarne dettagli e bellezze persistenti, è curioso. Non solo per essere una prova antesignana di un genere. Siamo solo, ribadiamo, nel 1901 e guidate dal celebre Memoir di James Edward Austen-Leigh le sorelle Hill si avviano verso la Abbey School, la sala da ballo della contea, instaurano contatti d’eccezione. Il viaggio è proprio reale e ben deciso a far ricercare alle sue entusiaste protagoniste tutti i riferimenti, le relazioni, le tracce degli Austen. Superate le prime tappe, il diario attraverso il quale le autrici faranno poi conoscere Bath, Lyme, Southampton, Stoneleigh Abbey, Chawton, Godmersham, la città di Londra, infine Winchester, si arricchirà di possibilità investigative e ipotesi interpretative – si riferirà infatti e con interesse spesse volte alle opere di Miss Austen. Un privilegio, dunque, leggere questo saggio.

 

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER