Io so tutto di lei

Milano. Alina Malavasi, cinquantenne di successo sposa in terze nozze di Adalberto Riccardi, spregiudicato direttore di un quotidiano cittadino, viene trovata uccisa nel suo appartamento. L’ispettore Sebastiano Rizzo, affascinante quarantenne - e capace investigatore - è incaricato di seguire il caso dal pm Pellegrini. Affiancato dal suo assistente De Carlo, Rizzo si mette sulle tracce dell’assassino, indagando nell’oscuro passato di Alina e scoprendo inaspettati segreti. I potenziali assassini sono molti, i sospetti cadono su chiunque abbia avuto rapporti di amore o di amicizia con la vittima: il suo ex marito, la sua amica Renata, la sua giovane collega Vanessa, lo stesso Riccardi, il figliastro di quest’ultimo, Brenno, un vecchio ammiratore, la filippina di servizio. Le indagini si complicano, e nonostante l’aiuto di un’avvenente giornalista alle prime armi, Lalla, Rizzo si rende conto che la soluzione non è per niente ovvia…
Con piglio sicuro e uno stile che per certi diversi richiama alla memoria i vecchi romanzi di Agatha Christie, Lucia Tilde Ingrosso confeziona il suo terzo romanzo dopo La morte fa notizia, già finalista al Premio Scerbanenco nel 2005, che ha segnato il debutto sulle scene del fascinoso ispettore Sebastiano Rizzo, e A nozze col delitto. Ferma la critica nei confronti della società 'bene' milanese, lucida l’analisi di un mondo in cui corrotti e corruttori rimangono la maggioranza, tenero lo sguardo che si posa su ogni personaggio, in fondo, vittima delle sue stesse debolezze. Milano, crudelmente adagiata su un aprile tiepido e ambiguo, regala la frenesia di sempre e il contorno ideale per un giallo che non svela nulla fino alla fine. Sfera pubblica e privata mescolano le carte nella vita di Sebastiano Rizzo, lo abbigliano di umana imperfezione e ce lo rendono persino più simpatico del più noto Montalbano. Che sia nata una nuova stella nel firmamento del giallo made in Italy? Le lettrici sono avvisate: impossibile non innamorarsi del magnetico poliziotto, fanatico del jogging, tifoso dell’inter e con il frigorifero sempre vuoto… parola di redattrice!

 

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER