Con La ragione dei sensi, Grazia Scanavini ottiene il riconoscimento letterario della giuria del Premio Fiuggi “La dolcetta D’Oro” quale miglior romanzo erotico del 2011. Grazia Scanavini, trentenne di Ferrara, da sempre ha il desiderio di scrivere, di scrivere di eros, e dedica a questo suo romanzo anni di scrittura e riscrittura, fino ad arrivare a questa ultima stesura. I pareri di amici sono favorevoli e il dattiloscritto ottiene un grande successo tra i suoi conoscenti. Ferrara ne parla. Da questo nasce l’entusiasmo per cercare un editore, lo vuole, lo desidera fortemente, vuole che la sua opera narrativa arrivi al pubblico, a tutte quelle donne che ancora giovani e sessualmente desiderose lo prendano come il loro manuale di istruzioni e di desideri.
Lo manda al miglior editore del genere eros, ricevendone subito un parere favorevole, e in pochi mesi il libro è uscito. 2011, pochi mesi dopo la pubblicazione e la presenza in libreria decolla come vendite e la critica lo nota fino ad entrare nella selezione del Premio Fiuggi per il miglior romanzo del genere italiano. Vince il primo premio come miglior autrice di un romanzo erotico edito nell’ultimo anno.