Forse la felicità

Forse la felicità
Genere: 
Editore: 
Articolo di: 

Luca e Alessio condividono da tempo un bilocale in zona Bovisa, a Milano. Luca ha trentadue anni, è laureato in economia e dopo un periodo problematico ha trovato il suo equilibrio lavorativo. Sogna di incontrare la donna giusta per lui, così da poter dare un senso ulteriore alla sua esistenza. È ottimista e sa che prima o poi quell’incontro avverrà. Alessio ha una laurea in ingegneria informatica e dopo un periodo lavorativo favorevole si ritrova disoccupato. Ha rifiutato il trasferimento in una sede in India per non separarsi dal suo grande amore e da tempo non trova nulla di interessante. A buttarlo giù arriva la rottura con la fidanzata, Sara. La ragazza, al contrario di quanto ha deciso lui, ha accettato una proposta di lavoro a Londra e non vuole portare avanti una relazione a distanza. La vita di Alessio è in stallo, in balia di fallimenti e delusioni, così il suo cinismo prende il sopravvento. Affronta l’ennesimo colloquio di lavoro e stavolta sembrano esserci buone prospettive, ma a chi raccontarlo ora che il suo punto di riferimento è svanito? Che senso ha una bella notizia se non può essere condivisa con la propria compagna? A confermare ulteriormente le sue convinzioni negative sull’amore, arriva la notizia che anche una coppia storica di amici si è separata a un passo dalla convivenza. Sembra proprio che il vero amore non esista…

Egidio Mariella prende spunto dalle dinamiche di coppia all’interno di un gruppo di amici per raccontare ai lettori la felicità. Sonda l’evoluzione psicologica e il cambiamento interiore che i personaggi vivono in base a come affrontano le loro relazioni sentimentali. I coinquilini protagonisti del romanzo Forse la felicità incarnano le due facce della medaglia. Da una parte Alessio, deluso e cinico, ostenta indifferenza verso l’amore e gli eventi che lo coinvolgono, dall’altra parte Luca, ansioso di incontrare la sua anima gemella e costruire una relazione duratura, per nulla demoralizzato da errori passati, anzi critico verso l’amico a cui rimprovera l’atteggiamento negativo: “Non sai più cosa sia l’amore, o forse non lo hai mai saputo. Ed è un peccato credimi”. Egidio Mariella è nato nel 1983 in provincia di Milano, dove attualmente abita, e ha ambientato la storia nella città in cui vive e che ben conosce. Lavora come consulente aziendale e ha trovato il modo di comunicare attraverso la scrittura la sua visione della vita e della felicità. E come riporta nel suo sito: “Scrivo perché ci sono storie che meritano di essere raccontate. Scrivo perché anche le più piccole delusioni, in fondo, una ragione devono pur averla. Scrivo per lasciare una traccia. Per esorcizzare. Per capire. Scrivo perché mi piace il silenzio”. E non solo.



0

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER