Il tamburino

Traduzione di: 
Articolo di: 

Cittadina di Titusville, Pennsylvania. Alle pendici delle Blue Ridge Mountains si trova una caverna misteriosa, conosciuta dagli abitanti del luogo con il nomignolo di “Cavità Tintinnante”. La chiamano così per via degli strani rumori che si sentono provenire dal fondo della grotta, soprattutto a notte fonda. Probabilmente si tratta del vento che soffia tra gli anfratti. O forse è altro? Bobby Eldreth, Dex McCallister e Vernon Ray Davis, tre ragazzini annoiati, decidono di svelare il mistero e si avventurano nel folto del bosco. Le reminiscenze di storia apprese in classe con il professor Corningwald ricordano loro che l’area è stata teatro di sanguinosi scontri durante la Guerra Civile in cui molti uomini del ventiseiesimo battaglione North Carolina persero la vita. Più i giovani si addentrano nella caverna più sembra loro di sentire distintamente un rumore metallico: dapprima il suono rassomiglia a un cucchiaio che gratta sulle pareti rocciose e poi assume sempre più le sembianze di un tamburo da guerra che batte incessantemente. Nel frattempo Titusville si prepara a rievocare, come accade annualmente, l’offensiva del 1864 guidata dal grande generale Stoneman. Quello che forse i soldati travestiti non sanno è che questa volta si ritroveranno a combattere contro una forza sovrannaturale, risvegliata dal fondo della Cavità Tintinnante nella quale era stata confinata, e composta da spiriti di disertori scappati al conflitto e rimasti intrappolati da una frana più di cento anni fa…

Il tamburino rappresenta un ottimo esempio di giallo sovrannaturale, pesantemente innervato di sfumature horror, che ha fatto la fortuna di alcuni mostri sacri del genere: su tutti il grande Stephen King. Il romanzo – autopubblicato su Amazon come gli altri di questo autore, che è una vera e propria star del self publishing Usa – mescola, forse in maniera un po’ troppo ardita, i problemi adolescenziali di tre ragazzi con elementi storici tratti dalla sanguinosa Guerra Civile statunitense. Questo capitolo della storia degli Stati Uniti d’America è ancora molto scottante e d’attualità in patria, con dibattiti tra comunità del nord e del sud, mentre in Italia non è molto conosciuto. Molti sono infatti i parallelismi evocati dall’autore tra la situazione degli States di un tempo e quella attuale. I personaggi sono tutti molto ben descritti e delineati, soprattutto a livello psicologico, e le descrizioni dei paesaggi sono plastiche e meticolose. Queste parti descrittive, però, rallentano e spezzano il ritmo del racconto, soprattutto nella parte centrale del romanzo, quando progressivamente muta da horror puro a thriller. Per comprendere al meglio la trama si suggerisce la lettura de La chiesa rossa, sempre dello stesso autore, dato che narra di fatti menzionati e ripresi anche ne Il tamburino.



 

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER