La Torre Nera, una saga che viene dal passato

Articolo di: 

La pubblicazione di Pet Sematary nel 1983 da parte di Stephen King, allora astro nascente della letteratura horror mondiale, ha rappresentato un evento editoriale non solo per ragioni squisitamente artistiche. In quarta di copertina dell’edizione americana faceva infatti bella mostra di sé la frase : “Dell’autore di Cujo, Christine e La Torre Nera”. La Torre Nera ? E cos’era ? Nessuno aveva mai sentito parlare di questo fantomatico romanzo di King. Tra i fan si scatenò la caccia al libro : negozianti perplessi e distributori attoniti nulla potevano di fronte alle richieste che piovevano da ogni parte.




In realtà trattavasi di un libro virtuale, ancora di là da venire, eppure già vecchio di 5 anni. A 22 anni Stephen King, ancora ignaro del suo futuro come “Re del brivido”, era solo un giovanotto di belle speranze in cerca di una grande idea per un romanzo. Innamorato della saga de Il Signore degli Anelli ma non delle sue ambientazioni di matrice scandinava, il giovane (e incauto) King pensò bene di trasporre una ricerca salvifica, un viaggio iniziatico del tutto simili a quello di Frodo e dei superstiti della Compagnia dell’Anello verso Mordor in un paesaggio western, brullo e disperato. Gli stilemi del cinema e della letteratura di frontiera ci sono tutti, dal saloon ai pistoleri, e lo stesso King dichiara apertamente di essersi ispirato agli spaghetti-western di Sergio Leone per quello che nei suoi progetti sarebbe stato “il più lungo romanzo popolare della storia”.

Pubblicato in 5 puntate dal 1978 al 1981sul “Magazine of Fantasy and Science Fiction”, il primo capitolo della saga, L’ultimo cavaliere, era poco più di uno spunto, uno schizzo a matita, ed era passato (forse giustamente) sotto silenzio. King nel 1987 riprende in mano la saga, la rivitalizza, riscrive in parte l’incipit e sforna in rapida sequenza altri due romanzi sulla Torre Nera. Poi un altro nel 1997, dopo uno iato di 6 anni. E poi silenzio. I fan sono disorientati, e subissano King di richieste e preghiere. La più commovente, quella di una vecchietta che scrive disperata al Re del brivido per strappargli un’indiscrezione sul prosieguo della saga, consapevole che non ne vedrà la conclusione in vita. King tace anche in questo caso, ma non per spocchioso riserbo, semplicemente si è arenato, e non sa come portare avanti le avventure del pistolero Roland.

Nel 2003 l’illuminazione, e tre romanzi in crescendo, fino alla (apparente) catarsi finale del 2004. Non solo: King riscrive parzialmente tutti i romanzi, armonizzandone trame e atmosfere. L’interesse del pubblico è immediato e vasto, tanto che King inizia – dapprima malvolentieri, poi con passione – a progettare una prosecuzione della saga. Nel 2012 finalmente esce La leggenda del vento. Scritto tra 2009 e 2011 e pubblicato l’anno successivo in tutto il mondo, il romanzo ‒ malgrado sia l'ottavo volume della saga in ordine di pubblicazione ‒ si colloca cronologicamente tra il volume IV e il V. È finita qua? I rumours su altri libri dal 2013 al 2015 fanno periodicamente capolino sui siti specializzati o in qualche forum di appassionati, ma nulla di concreto fino al 2016, quando si capisce che un film su La Torre Nera è in lavorazione e uscirà l’anno successivo. Malgrado il fenomenale “hype” che lo ha preceduto però il film diretto da Nikolaj Arcel, con lo statuario nero Idris Elba nel ruolo di Roland Deschain e Matthew McConaughey nei panni del mefistofelico Walter o’Dim, delude nel 2017 le attese ed è massacrato dalla critica. L’apparente fallimento (perché attenzione, gli incassi sono da blockbuster) porterà ad uno stop delle avventure sul grande schermo del pistolero interdimensionale creato da King e questo metterà fine anche alle speranze di vedere nuovi romanzi? Lo sa solo il Ka.

Esplora tutta la saga de La Torre Nera:

I – L’ultimo cavaliere

II - La chiamata dei tre

III - Terre desolate

IV - La sfera del buio

V - I lupi del Calla

VI - La canzone di Susannah

VII - La Torre Nera

VIII – La leggenda del vento

La Torre Nera a fumetti



 

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER