Vent’anni di Harry Potter

Il 26 giugno 1997 faceva la sua apparizione nelle librerie inglesi un volume dalla copertina colorata e dal titolo un po’ bizzarro: Harry Potter e la pietra filosofale. Alla piccola casa editrice Bloomsbury avevano consigliato all’autrice – una certa Joanne Kathleen Rowling (qui il racconto della sua vita complicata), un’insegnante depressa che si era vista rifiutare quel manoscritto parecchie volte negli ultimi anni – di firmarsi come J.K. in copertina per far credere che il libro fosse stato scritto da un uomo, convinti che nel Fantasy funzionasse meglio.

Nessuno poteva immaginare – quasi nemmeno sperare o sognare – che quel buffo libro sarebbe stato solo il primo volume di una saga che avrebbe rivoluzionato il mondo della letteratura (e del cinema) per ragazzi, avrebbe trasformato la Bloomsbury in una major editoriale con uffici in tutto il mondo e avrebbe reso la Rowling ricca oltre ogni immaginazione. A vent’anni di distanza, la saga di Harry Potter è ancora in piena forma: anzi, la Bloomsbury ha appena annunciato una nuova edizione speciale illustrata da Levi Pinfold per festeggiare la ricorrenza. Ma qual è il segreto di tanto successo? Scopriamolo insieme




Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER